1 marzo, 2024

Argentina eletto presidente l’anarco-capitalista Javier Milei

Javier Milei, “l’anarco-capitalista” fondatore del Partido libertario che si è presentato ai comizi con una motosega chiedendo di tagliare casta e spesa pubblica, sarà il nuovo presidente dell’Argentina. Secondo i dati delle elezioni di ieri, con il 90 per cento dei voti scrutinati, questo politico di 53 anni ha superato di circa dieci punti il ministro dell’Economia uscente, il peronista Sergio Massa.

Congratulazioni sono giunte dall’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump, che sulla sua piattaforma Truth Social citando indirettamente un proprio slogan ha sostenuto che Milei renderà “l’Argentina grande di nuovo”. Massa ha telefonato al neo-presidente eletto riconoscendone la vittoria.

Di fronte a una folla di sostenitori a Buenos Aires, ieri sera Milei ha detto: “Oggi comincia la ricostruzione dell’Argentina; oggi comincia la fine del declino dell’Argentina”. Tra le sue proposte, in una fase economica e sociale segnata da un’inflazione del 140 per cento l’anno e con due persone su cinque in povertà, quella di “far saltare in aria” la banca centrale.

Mario Fabiani