Missione compiuta della Nasa: colpito un asteroide

Missione compiuta della Nasa: colpito un asteroide

27 septiembre, 2022 Off By Gazzettino Italiano Patagónico

 Potrebbe sembrare un film di fantascienza in bianco e nero degli anni 60, ma è tutto vero. La sonda spaziale, dal nome evocativo di Star Wars, Dart (acronimo di Double Asteroid Redirection Test) ha colpito un asteroide di 160 metri di diametro. Nel video diffuso dalla Nasa si vede proprio il momento dell’impatto della ‘navicella spaziale’. La sua meta era Dimorphos, un pacifico corpo celeste dal diametro di 160 metri che ruota intorno a un altro asteroide, Didymos, dal diametro di 780 metri, a circa 10.5 milioni di chilometri di distanza dalla Terra. L’obiettivo era proprio quello di schiantarsi su Dimorphos per alterarne il periodo orbitale attorno a Didymos e misurare dalla Terra la variazione indotta dall’impatto. Dart era in volo da 10 mesi. A noi italiani il compito di documentare il tutto: grazie al microsatellite LICIACube che, poco prima dell’impatto tra Dart e Dydimos, è uscito dal portellone della navicella NASA per scattare le foto dello schianto. Queste foto saranno fondamentali per capire di che materiale è fatto l’asteroide: dal modo in cui i detriti fuoriusciranno da Dydimos, dopo l’impatto con la sonda Dart, ne potremo infatti capire la composizione. “Un successo senza precedenti per la difesa planetaria del nostro Pianeta e per tutta l’umanità– ha detto il NASA Administrator Bill Nelson- questa collaborazione internazione ha trasformato la fantascienza in fatti scientifici, dimostrando che c’è un modo per proteggere la Terra” dagli asteroidi. Il progetto è congiunto fra l’agenzia spaziale americana Nasa, il Johns Hopkins Applied Physics Laboratory, l’Asi, l’Agenzia spaziale italiana.

Serena Tropea