Stromboli: “Corpi celesti”, quest’anno, il tema della manifestazione che, dal 25 giugno al 4 luglio, propone eventi “a spina staccata”, senza l’ausilio, cioè, di corrente elettrica

Stromboli: “Corpi celesti”, quest’anno, il tema della manifestazione che, dal 25 giugno al 4 luglio, propone eventi “a spina staccata”, senza l’ausilio, cioè, di corrente elettrica

26 junio, 2022 Off By Gazzettino Italiano Patagónico

Parte il 25 giugno e si protrae fino al 4 luglio, a Stromboli, l’ottava edizione della Festa di Teatro Eco Logico, quest’anno dedicata ai “Corpi celesti”. La rassegna di eventi senza l’utilizzo di corrente elettrica è ormai un appuntamento fisso d’inizio estate nella scenografia naturale dell’isola dell’arcipelago siciliano delle Eolie e offre al pubblico la possibilità di visitare, oltre ai luoghi più caratteristici, anche posti e panorami non sempre accessibili: grotte, spiagge, rocce e pendii, ma anche case e terrazze private che aprono le loro porte alla Festa e a coloro che vi partecipano. La manifestazione vuole essere, in particolare, un’isola di disinquinamento acustico, un esempio di risparmio energetico, ma anche un’occasione per rimettere l’essere umano al centro di performance dal vivo. L’obiettivo è quello dirigenerare un dialogo intimo e reciproco con l’ambiente e risvegliare una sensibilità e un’attenzione ai contenuti ecologici.

Le novelle di Pirandello e Margherita Hack

Gli incontri “a spina staccata” fra artisti di teatro, musica, danza e studiosi ed esperti in vari ambiti culturali, sociali e scientifici che ogni anno celebrano un tema, un anniversario, un personaggio o un’opera, in questa edizione 2022 vogliono ricordare il centenario della prima pubblicazione delle Novelle per un Anno di Luigi Pirandello e quello della nascita di Margherita Hack. A creare il filo conduttore della Festa è la novella “Pallottoline!”, il cui protagonista, appassionato di astronomia, si lancia in entusiastiche dissertazioni sul cosmo e il pianeta Terra con sorprendenti visioni di grande modernità. E così la narrazione dello scrittore Premio Nobel per la letteratura nel 1934 ha offerto immagini, argomenti e riflessioni che richiamano il lavoro e il pensiero della Hack, da qui il legame fra gli anniversari che la Festa strombolana celebra.

Letteratura, musica, danza e momenti con svariati studiosi

Ad ispirare il programma delle giornate il greco Arato di Soli (le cui suggestioni astronomiche verranno accompagnate da una composizione originale del musicista Gianluca Misiti), Giacomo Leopardi, Stephen Dedalus e l’Ulisse di Joyce (di cui ricorre, anche, il centenario dalla prima pubblicazione e alle cui pagine “astronomiche” dedicherà due serate Cristina Donadio, accompagnata dal musicista Maurizio Capone), il suo alter ego letterario Stephen Dedaluse e Italo Calvino. Per 10 giorni ad attori, cantanti, strumentisti e danzatori si alterneranno scrittori, vulcanologi, archeologhi, geologi, astronomi, filosofi e altri studiosi per intrattenere il pubblico, illuminati dalla luce del “sole o l’altre stelle”, da fuochi e candele, e senza l’ausilio di amplificazioni sonore. E poi ci sono altri diversi momenti di condivisione come le attività di cura dell’isola, gli esercizi di meraviglia, il laboratorio teatrale per bambini e le ormai tradizionali chiacchiere da bar in cui ogni giorno si commentano gli eventi.

Alcuni appuntamenti della Festa di Teatro Eco Logico

La Festa di Teatro Eco Logico, con la direzione artistica di Alessandro Fabrizi, è ideata e realizzata dall’Associazione Fluidonumero9, in coproduzione con 369gradi e con il patrocinio del Comune di Lipari, dell’Agenzia Spaziale Italiana, dell’Istituto Nazionale di Astrofisica, dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, dell’Associazione Italiana di Vulcanologia e della Pro Loco Amo Stromboli. Il programma prende il via alle ore 22 del 25 giugno con la serata d’inaugurazione, seguiranno il 26 giugno, alle ore 17, la presentazione degli “Esercizi sulla meraviglia”, il progetto di conversazioni itineranti su aria, acqua, terra e fuoco a Stromboli che si svolgerà in quattro passeggiate poetiche sensoriali, e appuntamenti fino alle ore 22.  Le “chiacchiere da bar” si apriranno il 27 giugno alle ore 10.30 e fra gli altri eventi si segnalano il 28 giugno alle ore 19 la mise en espace della novella di Pirandello “Pallottoline!” e il 29 giugno, alle ore 22, la lettura partecipata di brani dal “Palomar” di Italo Calvino che vede insieme attori professionisti, i partecipanti del Laboratorio per Voce e Testo Metodo Linklater, gli organizzatori della Festa, strombolani e turisti e il 30 giugno, alle ore 22.15 un omaggio a James Joyce. Per la prima volta, quest’anno, il pubblico avrà a disposizione una app dove trovare informazioni sul fitto programma e ascoltare i racconti degli strombolani sui luoghi in cui si svolgeranno gli incontri.

Tiziana Campisi