Nel mezzo delle polemiche sulle sanzioni ai no vax, da Palazzo Chigi arriva una precisazione

Nel mezzo delle polemiche sulle sanzioni ai no vax, da Palazzo Chigi arriva una precisazione

9 enero, 2022 Off By Gazzettino Italiano Patagónico

Chi non si vaccina non rischia solo 100 euro. Nel mezzo delle polemiche sulle sanzioni ai no vax, da Palazzo Chigi arriva una precisazione: oltre ai 100 euro, sono previste ulteriori sanzioni in funzione del ruolo che riveste chi, a vario titolo, è obbligato alla vaccinazione e non l’ha fatta. In particolare:
OBBLIGO VACCINALE, LE SANZIONI PREVISTE DAL DL

  • 100 euro per il solo fatto di non sottoporsi alle somministrazioni pur essendo obbligati (perché ultra 50enni);
  • Sospensione dal lavoro, senza retribuzione, se l’obbligato al vaccino è un lavoratore;
  • Sanzione da 600 a 1500 euro se l’obbligato al vaccino è colto sul luogo di lavoro senza green pass rafforzato (da vaccinazione o da guarigione). In caso di reiterata violazione la sanzione è raddoppiata.

LE ULTERIORI SANZIONI
Queste sanzioni si aggiungono a quelle già contemplate dalle norme che hanno prescritto il green pass “rafforzato” per accedere a determinati servizi e attività (ad esempio, ristoranti, palestre, treni, autobus, cinema, teatri, stadi ecc.). In questi casi, infatti, chi è tenuto al Green pass rafforzato e quindi alla vaccinazione (indipendentemente dall’età) soggiace a sanzione da 400 a 1000 euro se colto senza green pass rafforzato nei luoghi nei quali è necessario.
Fabio Carta