Sciogliersi, come neve al sole, l’adorante in Bhairava

Sciogliersi, come neve al sole, l’adorante in Bhairava

23 mayo, 2021 Off By Gazzettino Italiano Patagónico


-di Antonio Dentice d’Accadia

Periodici e brevi estratti dai classici indiani e cinesi. Aneddoti, riflessioni e qualche commento. Per la rubrica “India e Far East” proseguiamo col Tantraloka, la “Luce del Tantra”, ad opera del mistico Abhinavagupta (X sec.), secondo la traduzione di Raniero Gnoli.

“Il celebrante, giovandosi del solo pensiero, deve assuefarsi di continuo a quest’idea: «Io non sono, altri non è, sole potenze son io»”
Capitolo 29, verso 64

“Dal profumo dei fiori del ketaka sono attirate le api soltanto, non le mosche. Pochi soltanto, spinti da Maheshvara stesso, sono attirati dall’adorazione della suprema, bhairavica non dualità”
-Capitolo 4, verso 276b

“Ma per coloro che riescono a trovar riposo in questo sacrificio, tutto il complesso dell’esistenza fenomenica eccolo sciogliersi spontaneamente, né più né meno che le nevi ad un intenso calore”
-Capitolo 4, verso 277

Segui Antonio Dentice d’Accadia su FB

Photo by Oleg Gospodarec on Unsplash