Specchiandosi in Shiva, l’Amore che move il sol…

Specchiandosi in Shiva, l’Amore che move il sol…

2 mayo, 2021 Off By Gazzettino Italiano Patagónico


-di Antonio Dentice d’Accadia

Periodici e brevi estratti dai classici indiani e cinesi. Aneddoti, riflessioni e qualche commento. Per la rubrica “India e Far East” proseguiamo col Tantraloka, la “Luce del Tantra”, ad opera del mistico Abhinavagupta (X sec.), secondo la traduzione di Raniero Gnoli.

«a forza di contemplare in uno specchio il proprio volto, si ha la certezza, alla fine, che si tratta proprio del volto che ci appartiene, identico ad esso (…) così pure vedendo nello specchio pensante della contemplazione, della preghiera, dell’adorazione, etc., il proprio sé come Bhairava/Shiva [nda], in breve ci si indentifica con Lui»
Capitolo 4, v. 207-208

«Uguaglianza di tutte le divinità, uguaglianza delle correnti e dei fonemi mantrici, uguaglianza delle scritture e dei sentieri. Tutto infatti è essenziato di Shiva»
Capitolo 4, v. 274-275

«Questi in verità vede la realtà di Shiva nella sua interezza, colui dico che conosce la realtà del sé nella sua interezza»
-Capitolo 4, v. 275b-276a

Segui Antonio Dentice d’Accadia su FB

Photo by Persnickety Prints on Unsplash