Decarbonizzazione: ecologica italiana passa anche attraverso l’idrogeno

Decarbonizzazione: ecologica italiana passa anche attraverso l’idrogeno

28 abril, 2021 Off By Gazzettino Italiano Patagónico


 In Italia è attiva una rilevante filiera dell’idrogeno che, di fronte alla sfida della transizione ecologica, si presenta coesa e pronta a partecipare da protagonista. L’associazione H2IT (Associazione Italiana Idrogeno e Celle a Combustibile) aggrega grandi, medie e piccole imprese, centri di ricerca e università attivi nel settore e ha tagliato il traguardo dei 70 soci. Dalle multinazionali alle start-up, l’associazione H2IT dà voce a tutte le anime del settore, arrivando a rappresentare aziende e centri di ricerca di dimensioni e comparti diversi. La crescita dell’Associazione è lo specchio delle grandi potenzialità del vettore idrogeno per la decarbonizzazione e la transizione ecologica nel nostro Paese. L’idrogeno può giocare un ruolo fondamentale nella decarbonizzazione, sia in Italia, sia nel resto d’Europa. L’ingresso in H2IT di 23 nuove aziende da inizio anno è un segnale della voglia delle aziende italiane di collaborare con un approccio strategico, coeso e concreto per raggiungere gli obiettivi comuni ed investire in tecnologia, innovazione e sostenibilità.
Una crescita esponenziale
«Siamo orgogliosi della crescita avuta negli ultimi due anni e di rappresentare svariate tipologie di industrie e le eccellenze nel campo della ricerca» ha dichiarato Alberto Dossi, Presidente di H2IT. «La svolta green impressa dalle politiche europee e italiane ha acceso i riflettori sul vettore idrogeno e sulle enormi opportunità per le aziende. Fare fronte comune e creare un network unico all’insegna della collaborazione è il solo modo per far nascere una filiera italiana forte, leader anche a livello internazionale». Lo scorso gennaio, H2IT ha presentato il report “Strumenti di Supporto al Settore Idrogeno. Priorità per lo sviluppo della filiera idrogeno in Italia”, i cui punti salienti sono stati presentati in un’audizione alla Camera dei Deputati nell’ambito dell’esame del PNRR.
Michele Giuliani