Seychelles pronte a riaprire al turismo

Seychelles pronte a riaprire al turismo

19 enero, 2021 Off By Gazzettino Italiano Patagónico
Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Le Seychelles si riaprono al turismo. L’annuncio è concomitante con il lancio della campagna di immunizzazione nella piccola nazione insulare. La campagna prevedeva di vaccinare poco meno di tre quarti della popolazione adulta locale entro la metà di marzo 2021. E ora è lo stesso ministro del Turismo Sylvestre Radegonde insieme al ministro della Salute, Peggy Vidot, hanno annunciato la riapertura delle frontiere, con effetto immediato, ma solo per i visitatori già vaccinati o con test Pcr Covid. Per essere riconosciuti come “vaccinati”, i visitatori devono essere in grado di dimostrare di aver assunto la dose completa del vaccino, ovvero due dosi più 2 settimane dopo la seconda dose. I visitatori devono presentare un certificato autenticato dalla propria autorità sanitaria nazionale come prova della vaccinazione COVID-19 insieme a un certificato PCR COVID-19 negativo, ottenuto meno di 72 ore prima del viaggio. Tutti i visitatori attualmente autorizzati all’ingresso (categoria 1 e 2, passeggeri di jet privati) dovranno mostrare un test PCR negativo ottenuto meno di 72 ore prima del viaggio. Prima del 14 gennaio 2021, la categoria 2 aveva richiesto un test inferiore a 48 ore. I visitatori che non sono vaccinati o che non provengono da un paese di categoria 1 o 2 o che viaggiano con un jet privato, non possono ancora entrare. Questo sarà in vigore fino a metà marzo una volta che le Seychelles avranno vaccinato la grande maggioranza della sua popolazione adulta. Da metà marzo in poi, una volta vaccinata la maggior parte della popolazione adulta delle Seychelles, il Paese si aprirà a tutti i visitatori, vaccinati o meno. A quel punto, i visitatori avranno solo bisogno di un PCR negativo ottenuto meno di 72 ore prima del viaggio. Indipendentemente da quanto sopra, i visitatori devono attenersi alle misure sanitarie esistenti (ad esempio indossare mascherine per il viso, distanziamento sociale, ecc.) che rimangono applicabili come da avviso di viaggio pubblicato sul sito web del Dipartimento del turismo: http://tourism.gov.sc/. Allo stesso modo, a tutti gli operatori turistici sarà comunque richiesto di seguire la procedura operativa e il protocollo standard COVID-19 vigenti.
Fabiana Andreini


Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •