Ritrovati a Pompei due corpi completamente intatti nella Villa di Civita Giuliana

Ritrovati a Pompei due corpi completamente intatti nella Villa di Civita Giuliana

22 noviembre, 2020 Off By Gazzettino Italiano Patagónico


L’incredibile Parco Archeologico di Pompei è riuscita a sorprendere ancora i ricercatori con una scoperta di grande valore. Due corpi perfettamente integri, il padrone ed il suo schiavo sono stati trovati nell’area di scavo della villa suburbana di Civita Giuliana. E’ impressionate vedere i due corpi con la gestualità che è stata fissata in quegli attimi di terrore in cui il Vesuvio nell’eruzione del 79 a.C ha sepolto tutta la città. Il padrone avvolto nei resti di un mantello e lo schiavo nella sua tunica, l’uno accanto all’altro. “È un ritrovamento eccezionale” ha commentato Massimo Osanna, direttore del Parco archeologico e, da settembre, alla guida della Direzione generale dei Musei. “Le ultime settimane sono state febbrili – aggiunge Osanna – Abbiamo avvertito la presenza di vuoti nella coltre di materiale piroclastico e da lì la sorpresa dei resti umani. C’erano le condizioni ottimali per provare a ottenere il calco delle vittime, e l’esperimento è pienamente riuscito”. Lo stesso entusiasmo ha contagiato il ministro alla Cultura, Dario Franceschni. I corpi provengono dalla villa suburbana di Civita Giuliana, lussureggiante tenuta di epoca augustea con saloni e terrazze affacciate sul mare. È situata all’esterno delle mura pompeiane, circa settecento metri a nord-est. Nelle stalle gli archeologi trovarono nel 2017 i resti di tre cavalli di razza, uno addirittura bardato con una raffinata sella, decorata con finimenti scintillanti, quasi fosse stato preparato per l’uscita imminente del suo padrone.
Paolo Spadafora