Administration Fiscale Francaise:  elimina l’Iva “leggera” ed il leasing nautico

Administration Fiscale Francaise: elimina l’Iva “leggera” ed il leasing nautico

22 noviembre, 2020 Off By Gazzettino Italiano Patagónico


Era stata da anni la pioniera dell’Iva “leggera” e della politica incentivante per la nautica, ma ora la Francia fa dietrofront e cancella le agevolazioni che l’avevano eletta, tra i paesi europei affacciati sul mare, più attenti all’industria cantieristica navale. Ora l’ Administration fiscale française, l’omologo dell’agenzia delle entrate in Francia, ha emanato una direttiva con effetto retroattivo al 1 novembre 2020 per annullare qualsiasi possibilità di avere un’agevolazione sulla TVA (la nostra IVA) per il noleggio a lungo termine delle imbarcazioni, ovvero ha abrogato il leasing nautico. La Francia, che qualche mese fa aveva comunicato alla UE che non avrebbe recepito la nuova direttiva prima di un anno, ora non solo l’ha recepita con effetti retroattivi, ma nel farlo non ha, come accaduto in Italia, cambiato le norme all’interno dei confini della direttiva UE per permettere comunque un minimo di agevolazione, ma si è limitata ad abrogare l’agevolazione fiscale nel suo insieme. L’Administration fiscale française si è sempre mostrata attenta ai bisogni dell’industria di quanto lo sia l’Agenzia delle Entrate italiana, ma questa volta il fisco francese ha inferto un colpo durissimo all’industria nautica d’oltralpe, la più potente al mondo. La nostra Agenzia delle Entrate invece ha cercato di limitare al massimo l’impatto negativo delle richieste di Bruxelles. Ancora inspiegabile il motivo di questa scelta dei transalpini che cancella anni di primati in questo settore. In Francia non esiste più nessuna agevolazione TVA sul noleggio a lungo termine di imbarcazioni, mentre in Italia l’Agenzia delle Entrate ha recepito la direttiva UE, la ha interpretata, ha cambiato le regole, ma ha lasciato che in qualche modo l’agevolazione sia applicabile. Questo fa sperare che, almeno in parte, si potrà continuare a godere del fondamentale strumento del leasing nautico. Nel frattempo la Confindustria Nautica Francese, la FIN, è insorta e sta facendo pressioni sul governo perché la direttiva venga subito ritirata.
Pier Natali