La ministra Azzolina: “Chiudere le scuole sarebbe un disastro educativo”

La ministra Azzolina: “Chiudere le scuole sarebbe un disastro educativo”

13 noviembre, 2020 Off By Gazzettino Italiano Patagónico

 
Nonostante l’impennata della curva pandemica in tutte le Regioni, la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina non desiste dal mantenere la scuola in presenza. “Chiudendole rischiamo un disastro educativo,sociologico,formativo,psicologico. Un bambino che deve imparare a leggere e scrivere non può farlo da dietro uno schermo. I ragazzi hanno diritto a un pezzo di normalità nella loro vita”,”continuerò a battermi per tenere le scuole aperte”. Questa è la posizione della ministra Azzolina intervistata oggi a Radio Rai. “Da metà agosto abbiamo chiesto test rapidi”,il commissario Arcuri ne ha comprati 13mln, devono arrivare. “Le Asl sono in affanno ma il tracciamento per le scuole è fondamentale”, dice Azzolina. I ritardi nei tamponi, tuttavia, e la corsa del virus secondo i virologi sta creando proprio nelle scuole dei focolai asintomatici che stanno colpendo le famiglie.
Gino Conte