Il boom del Covid nel Midwest

Il boom del Covid nel Midwest

1 noviembre, 2020 Off By Gazzettino Italiano Patagónico


Cresce il Covid nel Midwest degli Stati Uniti. Negli ultimi giorni infatti il numero di positivi nella parte della regione che comprende Nord e Sud Dakota, Nebraska, Minnesota, Wisconsin, Iowa, Missouri e Ohio ha superato, in rapporto alla popolazione, il picco di aprile a New York e New Jersey. Il boom del Covid nel Midwest nelle ultime settimane è dimostrato dal fatto che su 15 delle città americane con il maggior tasso di nuovi positivi nelle ultime due settimane, 11 sono in Nord Dakota e Wisconsin. E a rendere ancora più profondi i timori degli esperti sono le dinamiche della diffusione del virus nella Regione, che avvengono principalmente tramite assembramenti al chiuso e senza mascherina di persone di diversi gruppi familiari, che una volta contagiati spargono il virus nei loro nuclei familiari e così via nella comunità. Un fatto ormai stabilito, che si somma all’assoluta immobilità di gran parte dei governatori del Midwest che, con mesi davanti, non hanno fatto nulla per impedire questa situazione, spesso anzi incoraggiandola con il sostegno di leader nazionali come il presidente Trump, che ormai ha fatto dei suoi comizi senza mascherina e distanziamento sociale un triste marchio di fabbrica.
Perché il boom del Covid nel Midwest?
A favorire il picco di casi di Covid nel Midwest è stato anche il fatto che negli ultimi tre mesi il virus sembra aver mollato leggermente la presa sulle città per spostarsi nelle zone maggiormente rurali, con zone scarsamente popolate e comunità non particolarmente numerose che adesso sembrano più vulnerabili. A peggiorare la situazione è poi il clima, che nella Regione adesso diventa freddo rendendo impossibile stare all’aperto e con la scarsa propensione ad evitare assembramenti e a portare mascherine dimostrata proprio nelle zone rurali dell’area, il virus sembra aver trovato un ambiente ideale per diffondersi. A rendere plastica la dimensione del problema sono i numeri che dicono che Stati come Maine e Vermont, che sono a loro volta Stati freddi e rurali, hanno un 28esimo dei casi giornalieri del Sud Dakota, mentre il Wisconsin, con i suoi sei milioni di abitanti ha lo stesso numero di casi giornalieri della California, che di abitanti ne ha 40 milioni. E pure nello stesso Midwest ci sono differenze, con l’Indiana che mercoledì ha fatto registrare circa 250 people nuovi ricoverati per milione di residenti, mentre l’Iowa ne ha 600, così come i nuovi casi nella Regione vanno dai 1,469 per milione di residenti del Sud Dakota ai 224 per milione dell’Ohio.
Fausto Bianchi