Il confronto tra i due candidati alla Casa Bianca capaci di parlare senza interruzioni

Il confronto tra i due candidati alla Casa Bianca capaci di parlare senza interruzioni

23 octubre, 2020 Off By Gazzettino Italiano Patagónico
Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Il dibattito Biden Trump ha chiuso i confronti tra i due candidati alla presidenza degli Stati Uniti con un confronto duro, ma nel quale stavolta i due contendenti hanno potuto parlare ed esprimere le proprie posizioni, con il presidente che ha cercato più volte di attaccare il suo sfidante con le accuse contro il figlio, che le agenzie d’intelligence considerano un tentativo della Russia di influenzare le elezioni.
Il dibattito Biden Trump sul Covid
Tra i punti principali del dibattito Biden Trump è stata la gestione dell’emergenza Covid da parte dell’amministrazione Usa. Una gestione che Trump ha difeso continuando ad attaccare la Cina, nonostante le parole di elogio del presidente per la gestione di Xi Jinping nei primi mesi del 2020. Anche per questo Biden ha attaccato il suo avversario per la mancata assunzione di responsabilità nella gestione della pandemia, con Trump che ha risposto: “Mi prendo le mie responsabilità, non è colpa mia”. Lo scontro è andato avanti sui piani per i prossimi mesi, che Biden ha descritto come un “inverno oscuro” mentre Trump ribadiva la sua promessa che il vaccino sarà pronto in poche settimane, smentendo la sua stessa amministrazione, che ha indicato i primi mesi del 2021 per le prime dosi.
Il dibattito Biden Trump su Cina e Health Care
Altri punti di scontro nel dibattito Biden Trump sono stati la Cina e la Sanità, con Trump che ha attaccato più volte il figlio di Biden, Hunter, per le voci su presunti rapporti con la Cina e per il suo ruolo in Ucraina con la compagnia energetica Burisma. Accuse respinte da Biden, che ha invece sottolineato il conto corrente segreto in Cina di Trump scoperto dal New York Times, battendo più volte il tasto delle tasse non pagate da Trump e della mancata pubblicazione delle sue dichiarazioni dei redditi. Uno scambio duro, con accuse reciproche, che è poi sfociato nella discussione su Obamacare, che il 10 novembre sarà davanti alla Corte Suprema e Trump ha ammesso di sperare che venga bocciata. Il presidente ha quindi accusato Biden di avere un piano socialista, con Biden che ha difeso il suo piano accusando l’amministrazione Trump di voler togliere la copertura sanitaria a 20 milioni di persone oltre  togliere la copertura per le condizioni preesistenti.
Paolo Frangia


Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •