Algoritmo dell’Istituto di Fisica Nucleare seleziona i media che censurano le news

Algoritmo dell’Istituto di Fisica Nucleare seleziona i media che censurano le news

23 agosto, 2020 Off By Gazzettino Italiano Patagónico
Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Non solo i paesi totalitari ma anche quelli riconosciuti democratici corrono il rischio di avere una stampa omologata è troppo appiattita sulle forze governative fino a ipotizzare una censura non dichiarata. Ora uno studio italiano tenta di  “misurare” la censura sui giornali usando strumenti avanzati di analisi mutuati dalla fisica spaziale e applicati alla mole d’informazione stoccata negli archivi. Lo studio italiano pubblicato sul Journal of Big Data a firma di Marco Casolino dell’Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn) potrebbe classificare i media che praticano la censura.Lo studio prende in considerazione due temi notoriamente suscettibili di censura all’interno di contesti a democrazia limitata o non democratici: quello delle morti violente e dei suicidi. Attraverso un algoritmo, sono stati analizzati 42 milioni di articoli dal New York Times, dal Corriere della Sera, Repubblica e la Stampa. La ricerca, in particolare, ha puntato a ricercare la presenza di notizie su uccisioni e suicidi nei giornali tra la prima guerra mondiale e periodo fascista in Italia. E ha portato a stimare che il 75 per cento delle morti violente o dei suicidi, in Italia, non sono finiti sui giornali in quel periodo storico.
Mino Palermo


Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •