La Riviera Ligure presa d’assalto nonostante il Coronavirus

La Riviera Ligure presa d’assalto nonostante il Coronavirus

8 marzo, 2020 Off By Gazzettino Italiano Patagónico

  • Il tutto nonostante le disposizioni del governo e della Regione per il Savonese
  • Altri comportamenti irresponsabili da parte dei cittadini italiani
  • Visto il bel tempo, le spiagge della Riviera Ligure sono state prese d’assalto

Prima del decreto si faceva fede al buon senso civico degli italiani. Ma ci sono alcune notizie – che circolano da alcuni giorni – che mostrano come per alcuni cittadini non ci siano consigli che tengano. Si è parlato della coppia ‘fuggita’ da  Codogno per andare in vacanza in  Trentino, ma anche di altri casi simili. Eccezioni? Non tanto. Le immagini che arrivano dalla  Riviera Ligure (risalgono al pomeriggio di sabato 7 marzo) sottolineano l’atteggiamento lassista e irresponsabile di molte persone che, in barba agli appelli per contenere la diffusione del  Coronavirus, hanno ben pensato di passare una bella giornata in spiaggia a godersi il bel tempo. In periodi di emergenza sanitaria occorre che anche i cittadini abbiano il buon senso di non attuare pratiche tipiche del quotidiano. Il tutto per evitare di diffondere un virus. Ma le immagini che sono arrivate dalla Riviera Ligure sono indice di una mentalità del tutto sbagliata. Le immagini, come detto, risalgono all’assolata giornata di sabato 7 marzo. Prima dell’ultimo decreto del governo, a dopo le disposizioni e i suggerimenti dati dalla Regione Liguria nei giorni scorsi per evitare la diffusione del Covid-19. Come riporta il sito IVG, non l’affollamento delle spiagge della Riviera Ligure era stato anticipato dal forte traffico registrato sulle autostrade in direzione Liguria. Questa è solo l’ennesima testimonianza di comportamenti del tutto privi di raziocinio in un periodo di emergenza.
Enzo Boldi