Christian Poulsen, l’ex Juventus in quarantena per rischio Coronavirus

Christian Poulsen, l’ex Juventus in quarantena per rischio Coronavirus

6 marzo, 2020 Off By Gazzettino Italiano Patagónico


Uno dei timori più grandi – oltre alla possibilità di contagio sugli spalti degli stadi – è anche quello che calciatori e membri dello staff vivono sulla loro pelle ogni giorno in questo periodo di emergenza per colpa del Coronavirus. Ora, dall’Olanda, arriva la notizia della decisione dell’Ajax – squadra di Amsterdam semifinalista dell’edizione 2018/2019 della Champions League – di mettere in quarantena Christian Poulsen, ex centrocampista danese con un passato anche nella Juventus e ora vice del tecnico Ten Hag. Il campo, però, non c’entra. L’ex calciatore – famoso nel nostro Paese più per lo sputo ricevuto da Francesco Totti a Euro 2004 durante Italia-Danimarca che per i segni lasciati in maglia bianconera – aveva incontrato nei giorni scorsi il suo ex compagno di nazionale Thomas Kahlenberg, risultato poi positivo al tampone che ha confermato l’affezione da Covid-19. Per questo motivo il club di Amsterdam ha deciso, in via precauzionale, di allontanare Christian Poulsen dai campi di allenamento. Ma Poulsen non è l’unica persona del mondo del calcio a esser stato messo in quarantena. Stessa sorte è toccata a 16 (tra calciatori e membri dello staff) di due squadre che giocano nella massima serie danese: il Brondby e il Lyngby. Perché è proprio in occasione del match giocato dalle due compagini a Copenaghen che molti di loro, compreso il vice-allenatore dell’Ajax, hanno incontrato l’ex calciatore Thomas Kahlenberg intrattenendosi con lui per diversi minuti per un incontro informale.
Anche due membri dello staff in isolamento
Christian Poulsen, secondo quanto dichiarato dall’Ajax, non accusa alcun sintomo da Covid-19, così come neanche gli altri due membri dello staff tecnico (un preparatore atletico e un fisioterapista) messi in quarantena al pari del vice-allenatore.
Fabrizio Rastrelli