Dalle 13 la diretta dei sorteggi Europa League

Dalle 13 la diretta dei sorteggi Europa League

28 febrero, 2020 Off By Gazzettino Italiano Patagónico

  • Roma e Inter attendono le loro avversarie per gli ottavi
  • Potrebbe anche esserci un derby tutto italiano

Dopo aver superato Gent e Ludogorets,  Roma e Inter attendono le loro avversarie agli ottavi di finale. L’urna di Nyon, che darà il suo verdetto a partire dalle 13, potrebbe anche regalare un derby tutto italiano. Ma i  sorteggi Europa League, oltre a questo spauracchio, offre molti possibili incroci difficili e pregni di ricordi romantici. Il tutto in attesa del match di oggi, alle 18, tra Salisburgo ed  Eintracht Francoforte, rinviata ieri sera per il maltempo che si è abbattuto sull’Austria. All’andata i tedeschi vinsero con il punteggio di 4-1.
La lista delle 16 vede una netta prevalenza tedesca con Bayer Leverkusen, Wolfsburg e (probabilmente) Eintracht Francoforte. Poi ci sono Italia (con Roma e Inter), Inghilterra (Manchester United e Wolverhampton) e Spagna (Siviglia e la sorpresa Getafe). L’elenco delle 16 che prenderanno parte ai sorteggi Europa League di Nyon si completa con: Basilea (Svizzera), Copenhagen (Danimarca), Istanbul Basaksehir (Turchia), Lask Linz (Austria), Olympiacos (Grecia), Glasgow Rangers (Scozia) e Shakhtar (Ucraina).
Sorteggi Europa League, le possibili avversarie delle italiane
Oltre alla possibilità di un derby tutto italiano, i sorteggi Europa League potrebbero riproporre sfide già viste in passato. La Roma potrebbe riaffrontare l’incubo Red Devils, con quel clamoroso 7-1 che ancora riecheggia tra le mura di Trigoria. Lo stesso allenatore Paulo Fonseca potrebbe trovarsi di fronte al suo passato ucraino con lo Shakhtar. I giallorossi, inoltre, potrebbero anche incrociare il tanto vituperato ex direttore sportivo Monchi, tornato al Siviglia.
Roma e Inter attendono
Improbabile, visto il risultato dell’andata, ma romantica la possibilità di un incrocio tra Inter e Salisburgo. La sfida con gli austriaci riporta alla mente il successo nella Coppa Uefa 1993/1994 con la finale (in gara doppia) che regalò ai nerazzurri il trofeo con i gol di Berti (all’andata) e Jonk (nel ritorno).
Mino Cattaneo