Lo sport fa i conti con il coronavirus: rinviate 95 partite

Lo sport fa i conti con il coronavirus: rinviate 95 partite

24 febrero, 2020 Off By Gazzettino Italiano Patagónico


Il pericolo epidemia da coronavirus investe anche lo sport che è costretto a prendere decisioni drastiche per evitare il diffondersi del virus e difendere gli atleti da questa evenienza. Lo stesso presidente del Coni, Giovanni Malagò, questa mattina aveva richiamato l’attenzione delle società a sospendere l’attività in quelle aree ritenute più a rischio. “Stiamo monitorando e man mano prendendo tutti i provvedimenti necessari. Non vogliamo fare allarmismo ma è ovvio che i luoghi di aggregazione sportiva sono tra i posti in cui le difficoltà possono presentarsi maggiormente”. Lo dice il ministro per le politiche giovanili e lo sport, Vincenzo Spadafora, a proposito dell’emergenza coronavirus. «Sono in stretto contatto col presidente del Coni Giovanni Malagò, ma anche con i presidenti delle federazioni, e con il presidente del Consiglio. Monitoreremo di volta in volta insieme a chi ha la competenza anche da un punto di vista sanitario, ma non vogliamo creare allarmismo. Faremo quello che è necessario per la tutela di tutti i cittadini», aggiunge Spadafora all’Olimpico prima della sfida Italia-Scozia del Sei Nazioni di rugby. Non mancano, invece, le polemiche nel mondo del calcio. Sono 95 il numero delle partite dei campionati dilettanti rinviate in Lombardia per l’emergenza sanitaria legata al Coronavirus. Il Gos, il Gruppo operativo sicurezza, ha deciso il rinvio di Ascoli-Cremonese di serie B per mancanza di misure preventive per il coronavirus. Il patron dell’Ascoli Massimo Pulcinelli non è affatto d’accordo. “Paese assurdo. Ridicolo! Gestito da irresponsabili. Lo stadio? Il luogo meno pericoloso al mondo. Ora chiudiamo tutti gli esercizi pubblici per la paura!” è lo sfogo di Pulcinelli. Il comitato regionale della Lega Dilettanti della Lombardia ha infatti fornito un primo aggiornamento rispetto alle iniziali 42 gare di diversi campionati, dall’eccellenza alle juniores femminili fino alle giovanili, rinviate nella giornata di ieri, con il numero delle partite posticipate salito così a 88 sulle 502 in programma. Il comitato regionale nel tardo pomeriggio fornirà un ulteriore aggiornamento.In realtà c’è un primo stop: rinviata  la gara del campionato Primavera 2 tra Cremonese e Brescia, in programma oggi. Lo ha reso noto la Lega Serie B in una nota.
Marco Bassetti