Turista italiano ucciso da un masso a Petra (in Giordania)

Turista italiano ucciso da un masso a Petra (in Giordania)

23 febrero, 2020 Off By Gazzettino Italiano Patagónico


Tragedia nel sito archeologico di Petra, in Giordania. Un turista italiano di 32 anni è stato colpito da un masso che si è staccato per colpa della forti piogge che si sono abbattute nelle ultime ore. L’uomo, Alessandro Ghisoni, si trovava lì in compagnia di altri per una breve vacanza in Medio Oriente: si tratta della moglie Sonia e dei suoi due cognati. La grossa roccia si è staccata da una parete colpendolo e, nonostante i soccorsi, non c’è stato nulla da fare per lui. La polizia giordana ha avviato le indagini per ricostruire gli istanti precedenti all’incidente fatale. A Petra, come in tutte la Giordania, nei giorni scorsi c’è stata una forte perturbazione con violenti temporali e importanti scrosci di pioggia. E l’abbondante acqua piovana caduta, soprattutto nella giornata di ieri, sarebbe la causa del distaccamento di quel grosso masso dalla parete rocciosa all’interno del sito archeologico visitato, ogni giorno, da migliaia di turisti. Le autorità della Giordania hanno avviato indagini e hanno prelevato le immagini delle telecamere di sicurezza per confermare la loro prima ricostruzione. Il 32enne italiano, secondo i racconti, si trovava nel sito archeologico di Petra in compagnia della moglie e dei cognati. Nel bel mezzo della visita, però, quel grosso masso si è staccato dalla parete rocciosa colpendolo. Una versione confermata anche dall’Autorità per il turismo locale.
La bonifica che sarà fatta
Nei prossimi mesi, dopo l’incidente, la stessa Autorità per il Turismo di Petra dovrebbe portare avanti, con l’aiuto delle Nazioni Unite, un’operazione di bonifica di quelle pareti rocciose belle ma troppo poche sicure per l’incolumità delle migliaia di visitatori che ogni giorno visitano quell’area.
Enzo Boldi