Tommasco Cerno parla di una Mara Carfagna nel partito di Renzi

Tommasco Cerno parla di una Mara Carfagna nel partito di Renzi

20 febrero, 2020 Off By Gazzettino Italiano Patagónico

  • Nei mesi scorsi era stata la stessa deputata di Forza Italia a strizzare l’occhio a Italia Viva
  • Oggi la dichiarazione di Tommaso Cerno a Un Giorno da Pecora
  • Potrebbe realizzarsi quello che sembrava essere uno scherzo: Forza Italia Viva

Nei mesi scorsi era stata lanciata la provocazione, a mo’ di scherzo, di un nuovo partito nato dalla crasi tra due realtà parlamentari già esistenti: Forza Italia Viva. E a strizzare l’occhio al movimento creato da Matteo Renzi, dopo la scissione con il Partito Democratico, era stata proprio Mara Carfagna. Poi le strade sono proseguite su due binari paralleli che si incontrano solo all’infinito. E quel punto indefinito, ora, potrebbe essere arrivato. A farlo intendere è stato il neo-senatore ‘vivace’ Tommaso Cerno. Ai microfoni di Un Giorno da Pecora, la trasmissione in onda su Rai Radio 1 condotta da Geppi Cucciari e Giorgio Lauro, il nuovo parlamentare del partito di Renzi ha parlato dei piani futuri di Italia Viva, compresi eventuali ingressi in corsa di altri deputati o senatori. Parlando di Mara Carfagna, ha aperto le porte a una possibilità che ora – visto lo stato dell’arte della maggioranza (sempre meno maggioranza) – potrebbe diventare una realtà. «Sarà la prossima, penso di sì», si è lasciato sfuggire Tommaso Cerno rispondendo a una domanda proprio sulla vecchia battuta fatta da Mara Carfagna su ‘Forza Italia Viva’. E non c’è solo l’apertura alla vicepresidente della camera dei deputati. Come spiegato dall’ex senatore del Partito Democratico, infatti, è in cantiere una sorta di gruppo unico in Parlamento che comprenderà anche alcuni parlamentari provenienti da Forza Italia.
I numeri di Forza Italia Viva
Qualora fosse reale questa intenzione, il partito di Renzi acquisirebbe, tutto d’un tratto, un peso specifico clamoroso all’interno di quella che era la maggioranza di governo. A quel punto, con numeri ben diversi rispetto ai piani iniziali, Italia Viva diventerebbe una forza in grado di decidere le sorti di questo Esecutivo.
Michele Inserra