Salvini a Napoli e il centro città che sembra un campo rom

Salvini a Napoli e il centro città che sembra un campo rom

20 febrero, 2020 Off By Gazzettino Italiano Patagónico


Prima del comizio all’interno del Teatro Augusteo, Matteo Salvini ha fatto un giro per la città di Napoli  incontrando anche grandi realtà imprenditoriali partenopee. Durante la serata ha raccontato la sua giornata di visita nel capoluogo campano, soffermandosi su alcuni aspetti per criticare la gestione del primo cittadino Raimondo De Magistris. Nel fare questo, ha paragonato la città – con particolare riferimento alle vie del centro – a un campo rom. La  dichiarazione di Salvini a Napoli, dunque, non può che provocare polemiche. «Ho fatto un giro al centro sembrava un campo rom, gente che pisciava, materassi – ha detto Matteo Salvini a Napoli, dal palco del Teatro Augusteo -. Tra la Raggi e De Magistris non so chi è meglio, in Cina hanno fatto un ospedale in una settimana, mentre a Roma ci sono voluti 300 giorni per riaprire la fermata Barberini, solo in uscita». L’attacco, dunque, non è rivolto solo al sindaco partenopeo, ma anche alla prima cittadina della capitale. Parole pronunciate intorno al minuto 12 e 15″ del video integrale del suo intervento a teatro, pubblicato sulla propria pagina Facebook. Nel resto del discorso di Matteo Salvini a Napoli, c’è stato anche spazio per le prossime elezioni Regionali in Campania, con la Lega che – dopo anni di insulti – sembra pronta a puntare dritto verso il Sud.
Le Regionali in Campania
«Stiamo cercando di dare la squadra più forte, al di là del singolo, non basta il nome, anche se ci fosse Maradona, Maradona da solo non vince, poi noi Maradona non lo abbiamo», ha spiegato il leader della Lega. Il nome del candidato del Centrodestra – in attesa dell’accordo con Fratelli d’Italia e (forse) Forza Italia – ancora non è stato trovato.
Enzo Boldi