Russia vieta l’ingresso ai cinesi per paura del Coronavirus

Russia vieta l’ingresso ai cinesi per paura del Coronavirus

20 febrero, 2020 Off By Gazzettino Italiano Patagónico


Mentre i contagi da coronavirus sono ormai definitivamente usciti dai confini di Whuan e della Cina, diversi paesi del mondo si stanno adoperando per contenere i contagi e la diffusione del Covid-19. Tra le diverse misure di protezione adottate quella adottata dal Cremlino spicca per severità: in Russia è stato infatti vietato l’ingresso ai cinesi. A rendere nota la decisione è stato il vice primo ministro responsabile della Salute Tatiana Golikova. La paura che il coronavirus si possa diffondere anche in Russia ha spinto il Cremlino ha deciso vietare ai cinesi viaggi nel territorio, che si tratti di viaggi privati, per turismo, studio o lavoro. Uno stop totale lungo i confini che inizierà giovedì 20 febbraio e, seppur temporanea, a tempo indeterminato. A subire questa severa misura sono tutti i cittadini di nazionalità cinese, ma il Cremlino ha garantito che le restrizioni sull’ingresso in Russia «non influiranno sui passeggeri in transito».
Gaia Mellone