Quanti sono i morti per coronavirus

Quanti sono i morti per coronavirus

1 febrero, 2020 Off By Gazzettino Italiano Patagónico

  • Registrato un primo caso di contagio da coronavirus negli Emirati Arabi
  • Nella notte partiti i voli da Whuan verso Usa e Giappone per rimpatriare gli stranieri
  • Donald Trump starebbe valutando di chiudere i collegamenti aerei con la Cina

Il contagio da coronavirus continua ad avanzare, anche se a un ritmo ridotto rispetto al 28 gennaio. Il tutto è stato reso possibile grazie ai crescenti controlli sempre più stringenti sia in Cina che nel resto del mondo. Il numero di casi segnalati però porta il nuovo «demone», come lo ha definito Xi Jinping, a superare la Sars, la terribile sindrome che spavento il mondo nel 2003. Al momento in cui scriviamo sono infatti 5974 i casi confermati, mentre i morti sono saliti a 132. I sospetti invece sono altri 9239 casi. Questo rallentamento potrebbe però essere una semplice anomalia e non un segno di speranza: secondo il super esperto Zhong Nanshan, il picco dell’epidemia si dovrebbe verificare tra una decina di giorni, mentre altri ricercatori hanno dichiarato che secondo i loro modelli il massimo dell’epidemia sarà intorno ad aprile. Per quanto riguarda i contagi nelle aree in Europa, si sono registrati tre contagi in Francia e tre contagi in Germania, nell’area della Baviera. Al momento, però, nessuna persona è deceduta in Europa.
Tutte le misure di sicurezza prese contro il coronavirus
Le misure di sicurezza che sono state prese contro il coronavirus dalla metà di gennaio al 29 gennaio allargano sempre di più il loro spettro: si è passati dalla chiusura del mercato di Wuhan, passando per l’isolamento della città con oltre 40 milioni di abitanti. Le sue strade deserte sono spettrali. Non solo: nell’area della metropoli, sono state chiuse le scuole e le università. Oggi, 29 gennaio, British Airways ha ritenuto opportuno cancellare tutti i voli per la Cina, la Toyota ha deciso di sospendere la produzione locale almeno fino al 9 febbraio, Starbucks ha seguito Mc Donald’s nella chiusura di metà dei suoi stabilimenti in tutto il Paese.
Il coronavirus supera la Sars per contagio: il numero dei morti continua a salire
In Baviera sono stati riportati tre casi di persone affette da coronavirus, e negli Emirati Arabi è stato registrato il primo, mentre in Tibet, ultima regione della Cina ad essere stata raggiunta dal virus, c’è un primo sospetto. Intanto nella notte sono partiti da Whuan i primi voli per far rimpatriare gli stranieri che erano rimasti bloccati nella città messa in quarantena. Per ora hanno fatto ritorno i cittadini Statunitensi e Giapponesi, ma Donald Trump sta valutando la possibilità di sospendere tutte le tratte aereee con la Cina: una misura che ancora nessuna paese ha adottato.
Marisa Bortolotti