2 marzo, 2024

  • Sarebbe Sandro Ruotolo il candidato scelto dal Pd per le elezioni suppletive nel collegio uninominale Campania 7 al Senato
  • Il nome del giornalista metterebbe d’accordo anche Dema
  • Nicola Zingaretti si dice soddisfatto della scelta

Sandro Ruotolo. Sarebbe questo il nome del candidato scelto dal Pd per le elezioni suppletive nel collegio uninominale Campania 7 al Senato, corrispondente a parte del comune di Napoli. Dopo il mancato accordo con il Movimento Cinque Stelle, he ha deciso di presentare un proprio candidato (Luigi Napolitano) scelto con un voto sulla piattaforma Rousseau, il Partito Democratico ha lavorato per cercare un candidato che unisse le forze del centrosinistra a sostegno del governo nazionale.
Chi è Sandro Ruotolo
E la scelta sarebbe ricaduta su Sandro Ruotolo. Sessantaquattro anni, giornalista napoletano, ha iniziato la sua carriera nel 1974, lavorando per Il manifesto, per poi passare alla Rai. Nel 2012, dopo un dibattito televisivo, si è rifiutato di stringere la mano al candidato di CasaPound Simone Di Stefano, dichiarandosi “orgogliosamente antifascista”. Da maggio 2015 è sotto scorta dopo aver ricevuto minacce da Michele Zagaria, boss dei Casalesi, a causa delle sue inchieste sul traffico di rifiuti tossici in Campania. La candidatura di Sandro Ruotolo sarebbe sostenuta anche da Dema, il movimento politico fondato e presieduto dal sindaco di Napoli Luigi de Magistris, per il quale si era ipotizzato il nome dell’assessore alla Scuola del Comune di Napoli, Annamaria Palmieri.
Zingaretti: «Candidatura di Sandro Ruotolo è una buona notizia»
Il segretario del Pd Nicola Zingaretti ha espresso soddisfazione in merito alla disponibilità di Sandro Ruotolo a candidarsi con un’ampia coalizione civica: «È sicuramente una buona notizia. Ruotolo è un professionista riconosciuto che ha segnato la storia del giornalismo di inchiesta, impegnato nel riscatto del Mezzogiorno. Una candidatura che allarga il campo delle forze progressiste, riformiste, ambientaliste, civiche, democratiche, rappresentando un importante passo in avanti nella direzione da noi auspicata», ha detto Zingaretti.
Federico Pallone