Gazzettino Italiano Patagónico

Errore umano nell'abbattimento del Boeing dell'Ukraine Airlines


La pressione internazionale ma anche quella interna ha costretto il governo di Teheran, attraverso fonti militari, a confermare che il Boeing 737 dell’Ukraine Airlines con 176 passeggeri a bordo è stato abbattuto “involontariamente” per un errore umano. Se le intelligence di Canada e Usa in testa avevano sin da subito avanzato la tesi di un impatto con un missile, è stato anche il dolore delle tante famiglie iraniane colpite dalla tragedia che ha spinto il Quartier generale delle Forze armate iraniane ad affermare che il Boeing era stato “erroneamente” e “involontariamente” preso di mira dalle forze di difesa aerea che lo hanno scambiato per un “aereo nemico”. L’ammissione, del resto, è arrivata anche per le richieste da parte della comunità internazionale di accedere alle scatole nere e ad una perizia dei resti dell’aereo che avrebbe rivelato le cause dell’incidente.  Scusandosi e porgendo le condoglianze alle famiglie delle vittime dell’aereo ucraino abbattuto dopo il decollo da Teheran, il Quartier generale delle Forze armate iraniane afferma in un comunicato che metterà in atto “riforme essenziali nei processi operativi per evitare simili errori in futuro” e che perseguirà legalmente “coloro che hanno commesso l’errore”. “Mercoledì poco dopo l’attacco dell’Iran alle basi militari statunitensi in Iraq – spiega il comunicato militare -, il sistema di difesa aerea iraniana è stato in allerta per contrastare ogni possibile ritorsione degli americani, poiché alcune osservazioni avevano indicato movimenti aerei statunitensi verso siti strategici iraniani”. Secondo le Forze armate iraniane, l’aereo ucraino avrebbe iniziato a volare vicino a un centro militare delle Guardie rivoluzionarie, sarebbe quindi stato erroneamente identificato come bersaglio nemico e sulla base di un errore umano “involontario” è stato preso di mira dal sistema di difesa aerea. “La Repubblica islamica dell’Iran si rammarica profondamente per questo errore disastroso” e le “indagini proseguiranno per identificare e perseguire” gli autori di questa “grande tragedia” e “questo sbaglio imperdonabile”, afferma il presidente iraniano Hassan Rohani con un post sul suo account Twitter. “Coloro che sono coinvolti nello schianto dell’aereo ucraino saranno presto processati”, assicura Rohani. Esprimendo rammarico e condoglianze a nome della Repubblica islamica, il presidente dell’Iran ha sottolineato che sono state prese misure legali contro “coloro che hanno commesso l’errore” e la gente sarà informata dei risultati. Rohani ha promesso che si interverrà per rimuovere ogni punto critico del sistema di difesa del Paese. Il ministro degli Affari esteri iraniano Mohammad Javad Zarif afferma che “l’errore umano” dietro all’abbattimento dell’aereo di linea ucraino da parte delle forze armate dell’Iran è accaduto nel “momento di crisi causato dall’avventurismo degli Usa”. In un post sul suo account Twitter, Zarif parla di oggi come una “giorno triste” in cui le “conclusioni dell’indagine interna delle Forze armate” hanno stabilito che si è trattato di errore umano. “Il nostro profondo rammarico, le nostre scuse e condoglianze al nostro popolo, alle famiglie di tutte le vittime e alle altre nazioni colpite”, scrive il ministro degli Esteri iraniano.
Filippo Ravizza

Te esperamos en Buenos aires Sur 750, Plottier, Neuquén

📍Buenos Aires 326- Neuquén 📍Alem 853 – Cipolletti 🕢 Horario de atención en Cipo: Lunes a Viernes de 10 a 13 y de 16:30 hasta que no haya más pan! 🕢Horario de atención en Neuquén: Lunes a Viernes de 10 a 14 y de 16 hasta que no haya más pan! Sábados de 10 a 13 únicamente (en los dos locales)

Clases de Italiano con Nino Amato

Junto al Gazzettino GDS radio

Radio En vivo

Seguí al Gazzettino

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
RSS
WhatsApp
A %d blogueros les gusta esto: