5 marzo, 2024


Proiezioni macroeconomiche di dicembre in lieve ribasso per la zona euro. La crescita del Pil sarà dell’1,2% nel 2019, dell’1,1% nel 2020 e dell’1,4% nel 2021 e nel 2022. Lo si apprende dal Bollettino della Bce. La debolezza del commercio internazionale e le incertezze a livello mondiale pesano sul manifatturiero della zona euro e frenano gli investimenti. Le stime sul tasso di inflazione sono state corrette lievemente al rialzo: all’1,2% nel 2019, all’1,1% nel 2020, all’1,4% nel 2021 e all’1,6% nel 2022.
Mirella Dursi