5 marzo, 2024


Con la politica assente cresce la voglia di impegnarsi. La delega ai rappresentanti di “palazzo” si è rivelata fallimentare. E’ questo il concetto che riunisce in sintesi gli slogan che anche questa mattina animeranno le piazze italiane con il movimento di Fridays For Future per chiedere politiche immediate alla crisi climatica. Sulla spinta di un movimento globale che porterà le manifestazioni in altre parti della terra, si creano fenomeni di aggregazione stanchi di una mancanza di visione per il futuro. Le manifestazioni per l’ambiente si svolgeranno oggi in 100città italiane: “Sarà una giornata di festa e di lotta-dicono gli attivisti-durante la quale alzeremo ancora di più la nostra voce, la voce di una generazione che non vuole rassegnarsi, il futuro non è scritto e possiamo riprendercelo”. E per la prima volta accanto ai giovani ambientalisti ci saranno anche le “sardine”. Insieme con le idee confuse, forse, ma con la voglia di avvertire un cambiamento che non può arrivare da una governance stanca come un pugile pronto ad andare a ko.
Maria Ascanio