1 marzo, 2024

Gli account Netflix in condivisione hanno le ore contate

 
Condividere gli account di Netflix con i propri amici non sarà più possibile. La piattaforma di streaming ha infatti annunciato controlli molto più rigidi per contrastare la vendita degli abbonamenti sul web, con utenti che mettono a disposizione i propri account al di fuori della famiglia. In base al pacchetto che viene acquistato, è possibile arrivare fino a 4 profili per godere dei contenuti messi a disposizione su Netflix: per chi si è registrato così, non cambierà nulla. Ma per i “furbetti”, che cedono o vendono la password del proprio profilo per abbassare i costi dell’abbonamento, le cose cambieranno. Sulla piattaforma di streaming Netflix infatti vengono registrati gli account ma non i dispositivi con cui accedere, come invece succede con altre piattaforme concorrenti. In questo modo, chiunque può  entrare nel profilo, basta che avere i codici. Un modo per avere film, documentari e serie tv a portata di mano e a prezzo molto più low cost. Un problema che è stato sollevato durante la riunione con gli investitori, durante la quale il product chief Greg Peters ha chiarito che all’interno della società è stato creato un team che monitora il passaggio delle password tra gli utenti. «Continueremo a esaminare la situazione e individueremo dei metodi consumer friendly per limitare queste situazioni – ha dichiarato –  ma al momento non abbiamo grandi piani di fare qualcosa di diverso al riguardo». La soluzione potrebbe essere quella di adeguarsi alle regole di altre piattaforme, che permettono l’accesso solo da un numero limitato di dispositivi registrati.  «Qualsiasi contenuto visualizzato attraverso il servizio è solo per uso personale e non commerciale – ha continuato Greg Peters – e non può essere condiviso con persone al di fuori della propria famiglia».
Milo Antonelli