1 marzo, 2024

October 18, 2019: American film director Francis Ford Coppola arrives at the Lyon Conference Center Amphitheater before ceremonies awarding him the 2019 Prix Lumiere as a part of the 10th annual Festival Lumiere film festival in Lyon, France. (Credit Image: © James Colburn/ZUMA Wire)


La categoria dei “registi che odiano la Marvel” si allarga con un altro nome, dio un certo peso, del mondo del cinema, quello di Francis Ford Coppola, che si è accodato alle critiche espresse da Martin Scorsese nei confronti delle pellicole Marvel aggiungendo un pezzo da novanta e definendoli addirittura «spregevoli». Martin Scorsese aveva paragonato i film Marvel a dei «parchi a tema» e aveva chiarito di non considerarli affatto «cinema». D’accordo con lui è un altro regista di un certo calibro: Francis Ford Coppola ha infatti cavalcato l’onda dell’astio verso i prodotti cinematografici Marvel durante la conferenza stampa tenutasi a Lione dopo aver ricevuto il premio del Prix Lumiere per il suo contributo al cinema. «Quando Martin Scorsese afferma che i film della Marvel non sono cinema – ha dichiarato – ha ragione perché ci aspettiamo di imparare qualcosa dal cinema, ci aspettiamo di ottenere qualcosa, un po’ di illuminazione, un po’ di conoscenza, un po’ di ispirazione». Cose che, a quanto pare, non rivede affatto nei lungometraggi Marvel. «Non che qualcuno ottiene qualcosa nel vedere lo stesso film più e più volte» ha continuato il regista ottantenne, che ha poi sferrato il colpo finale dicendo che «Martin è stato gentile quando ha detto che non è cinema. Non ha detto che è spregevole, cosa che dico io».
Gaia Mellone