Gazzettino Italiano Patagónico
20080905 - ROMA - FIN - PREZZI: CODACONS; SICILIA, IL 18 SCIOPERO PER CARO PANE E PASTA. Tortellini emiliani appena lavorati. Il Codacons ha organizzato per il 18 settembre in Sicilia uno ''sciopero contro il caro pane ed il caro pasta'', promosso dall'Intesa dei consumatori. Lo ha reso noto il segretario nazionale del Codacons Francesco Tanasi, che osserva come ''l'allarmante crisi economica che sta impoverendo sempre di piu' le famiglie'' necessita una dura lotta, ferme prese di posizione e la partecipazione di tutti' ed invita ''aderire in massa allo sciopero per manifestare i disagi causati dall'impennata dei rincari e il dissenso nei confronti delle istituzioni che poco o nulla fanno''. ANSA/GUIDO MONTANI/i50

Tortellino, la rivelazione del Gambero Rosso


Una ricostruzione storica e gastronomica: secondo il Gambero Rosso, una autorità assoluta nel campo dell’enogastronomia italiana (visto il grande numero di pubblicazioni della sua casa editrice e visto il successo delle sue recensioni, con l’attribuzione ai ristoranti italiani delle ormai storiche ‘forchette’ del Gambero Rosso) il tortellino originario era ripieno anche di pollo. Mentre mancava, a sorpresa, la carne di maiale. Insomma, la polemica sull’italianità del tortellino in questi ultimi giorni – dopo che a Bologna, in occasione del Festival del Tortellino, era stata proposta la versione dell’accoglienza, con ripieno di pollo per tutti quelli che non possono consumare, per motivi religiosi, la carne di maiale – sembra svanire clamorosamente nel nulla. Infatti, ricostruendo la storia nei testi sacri della cucina (L’Apicio moderno su tutti), sembrerebbe che i tortellini delle origini fossero ripieni di carne di manzo e di carne di pollo tritata. Il famoso cuoco del Settecento Francesco Leonardi, che rifiutò il posto di cuoco personale della zarina Caterina II a San Pietroburgo perché in Russia faceva troppo freddo, utilizzava il pollo nel ripieno. La ricetta, riportata nell’articolo del Gambero Rosso, recitava: «Pestate nel mortajo del petto di pollo arrosto, aggiungetemi midollo di manzo ben pulito, parmigiano grattato, un pezzetto di butirro, sale, noce moscata, cannella fina, e due rossi d’uova crudi».
Come è cambiato il ripieno del tortellino nei secoli
Attestazioni della presenza del pollo nel ripieno del tortellino ci sono anche nel corso dell’Ottocento, fino a quando il celebre cuoco Pellegrino Artusi iniziò a impiegare in maniera pressoché esclusiva la carne di maiale. Il pollo, o il cappone, serviva esclusivamente a rendere più grasso il brodo del condimento. Tuttavia, la ricetta depositata presso la Camera di Commercio  nel 1974 individua nel tortellino tipico in quello con il lombo, la mortadella e il prosciutto crudo macinato. Ma la storia del piatto ci racconta altro. Ora, se è vero che la tradizione si costruisce sulla base della ricetta più utilizzata (quindi quella con la carne di maiale), è pur vero che le radici del piatto non possono essere ignorate. Chi ha gridato allo scandalo per il tortellino con il pollo, dovrebbe ora ricredersi.
Mirko Fanali

Te esperamos en Buenos aires Sur 750, Plottier, Neuquén

📍Buenos Aires 326- Neuquén 📍Alem 853 – Cipolletti 🕢 Horario de atención en Cipo: Lunes a Viernes de 10 a 13 y de 16:30 hasta que no haya más pan! 🕢Horario de atención en Neuquén: Lunes a Viernes de 10 a 14 y de 16 hasta que no haya más pan! Sábados de 10 a 13 únicamente (en los dos locales)

Clases de Italiano con Nino Amato

Junto al Gazzettino GDS radio

Radio En vivo

Seguí al Gazzettino

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
RSS
WhatsApp
A %d blogueros les gusta esto: