Open Arms arrivata a Lampedusa

Open Arms arrivata a Lampedusa

15 agosto, 2019 Off By Gazzettino Italiano Patagónico
Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


La Open Arms vede la terra di Lampedusa dopo quattordici giorni in mare, con un salvataggio di 147 persone alle spalle. L’ingresso nelle acque territoriali italiane è stato reso possibile in seguito alla decisione del Tar del Lazio che ha annullato il divieto di avvicinamento imposto dai ministri Matteo Salvini, Elisabetta Trenta e Danilo Toninelli. Questo provvedimento era stato firmato prima dell’avvio della crisi di governo. Per questo motivo, nella serata di ieri, Matteo Salvini aveva ribadito – nonostante la decisione del Tar del Lazio – il suo nuovo divieto all’ingresso nelle acque territoriali che, tuttavia, questa volta non era stato controfirmato dalla ministra della Difesa Trenta. La spaccatura politica si riflette anche sulla gestione della crisi di una nave con 147 persone a bordo, ai limiti della sopravvivenza da quattordici giorni. Anche il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, già nella giornata di ieri, aveva scritto a Matteo Salvini chiedendogli di far entrare i migranti in Italia.
La divisione nel governo su Open Arms
Resta attivo, tuttavia, per la Open Arms il divieto di ingresso nel porto di Lampedusa. L’imbarcazione si è dovuta fermare nella zona di Cala Francese, a circa un chilometro dall’entrata del porto. Ma adesso bisognerà fronteggiare le esigenze dei naufraghi, compresi i 32 minori che si trovano a bordo: tutti i tribunali italiani che si sono espressi in merito alla vicenda riconoscono la necessità di un soccorso che, se negata, equivarrebbe a un respingimento. Ma Matteo Salvini non sembra aver intenzione di cedere. Nel corso del comizio svolto ieri sera a La Spezia, il ministro dell’Interno ha ribadito la sua intenzione di non far entrare in Italia la Open Arms: «Ho firmato il nuovo divieto di ingresso nelle acque territoriali italiane per la nave Ong Open Arms. Chi si adopera per riaprire i porti non fa un dispetto a Salvini, fa solo il male del Popolo Italiano» – ha ribadito il ministro.
ndr


Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •