Il governatore del Porto Rico si dimette dopo il RickyLeaks

Il governatore del Porto Rico si dimette dopo il RickyLeaks

26 julio, 2019 Off By Gazzettino Italiano Patagónico
Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

  • Dopo le proteste di piazza, Ricardo Rosselló ha annunciato le sue dimissioni
  • Il governatore del Porto Rico era finito nel mirino delle proteste per via del cosiddetto RickyLeaks
  • Accuse di corruzione e chat omofobe e sessiste con i suoi collaboratori

Dopo settimane di proteste di piazza, sui social e tensioni varie, Ricardo Rosselló ha annunciato le sue dimissioni dal ruolo di governatore del Porto Rico. Il 42enne politico del Nuovo Partito Progressista, era finito nel mirino delle critiche per il cosiddetto RickyLeaks, l’inchiesta sulla corruzione all’interno del suo movimento che ha rivelato anche diverse chat dal contenuto omofobo e sessista. Per questo motivo milioni di persone – e non solo portoricani – hanno protestato veementemente chiedendo le sue dimissioni che sono arrivate quest’oggi.
Il passo indietro di Ricardo Rosselló avverrà alle ore 17 del 2 agosto, quando il suo posto sarà preso da Wanda Vázquez Garced, la segretaria della Giustizia, alla guida del territorio non incorporato degli Stati Uniti di America. Una svolta che rappresenta una prima volta: mai, infatti, era accaduto che un governatore di un’isola caraibica cedesse alle pressioni della piazza finendo per dimettersi e lasciare il proprio ruolo governativo. «Dopo avere ascoltato le accuse e discusso con la mia famiglia – ha detto Ricardo Rosselló nella notte italiana, in un messaggio diffuso dal governo portoricano – ho preso la seguente decisione in maniera disinteressata: oggi vi annuncio che mi dimetterò dalla carica di governatore con effetto a venerdì 2 agosto alle ore 17». Troppo forti, dunque, le pressioni per il RickyLeaks che hanno portato milioni di persone a manifestare contro di lui. Non tanto per il malaffare presente nelle carte dell’inchiesta (che dovrà essere confermato dal processo) ma per alcune chat con i suoi collaboratori e colleghi di partito.
Le chat omofobe e sessiste
Nella chat contenute nell’inchiesta denominata RickyLeaks (o ChatGate), Ricardo Rosselló scherzava anche sulle decine di persone morte durante l’uragano Maria che devastò l’isola caraibica nel 2017. Poi gli insulti omofobi e sessisti, con tanto di presa in giro della famosa pop-star portoricana Ricky Martin: «Un maschilista che va a letto con gli uomini perché le donne non sono all’altezza».
Enzo Boldi


Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •