Riciclo, non gettare le buone abitudini

Riciclo, non gettare le buone abitudini

11 julio, 2019 Off By Gazzettino Italiano Patagónico
Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Estate, tempo di vacanze e di stacco dalla routine. Ci sono però buone abitudini che non dovrebbero mai essere accantonate, neppure durante i mesi estivi. Come la raccolta differenziata, dal momento che, secondo i dati ISPRA, durante i mesi estivi la produzione di rifiuti aumenta di 8.89 chilogrammi pro capite.
Nuova vita per la carta
In estate, le occasioni in cui veniamo a contatto con materiali cellulosici sono moltissime. «Se ogni italiano differenziasse dal resto dei rifiuti anche solo 3 riviste, 3 quotidiani, 2 scatole di gelati, 4 cartoni di succo di frutta e 2 fascette dello yogurt, si raccoglierebbero ben 140mila tonnellate di carta e cartone, l’equivalente di un’intera discarica – spiega Comieco, il Consorzio Nazionale per il Recupero e il Riciclo degli imballaggi a base cellulosica –. Si tratta di rifiuti “preziosi”, che possono tornare a nuova vita grazie al riciclo».
I consigli del perfetto riciclo
Portare in vacanza le buone abitudini è facile, basta seguire pochi e semplici accorgimenti.

  • Selezionare correttamente carta e cartone, togliendo nastri adesivi, punti metallici e altri materiali non cellulosici.
  • Prestare attenzione a tutte le situazioni in cui, anche d’estate, veniamo a contatto con carta e cartone.
  • Non mettere nella raccolta differenziata gli imballaggi con residui di cibo o terra, perché generano cattivi odori, problemi igienico sanitari e contaminano la carta riciclabile.
  • Non abbandonare fuori dai contenitori carta e cartone.
  • Appiattire le scatole e comprimere gli scatoloni per ridurre gli imballi grandi in piccoli pezzi.
  • Non gettare nella raccolta differenziata la carta sporca di sostanze velenose, come vernici o solventi, perché contamina la carta riciclata.
  • Non buttare la carta insieme al sacchetto di plastica usato per trasportarla fino al contenitore.
  • Non conferire nella differenziata i fazzoletti di carta usati: sono quasi tutti anti-spappolo e, quindi, difficili da riciclare.
  • La carta oleata non è riciclabile e va smaltita a parte.
  • Non buttare gli scontrini con la carta: i più comuni sono fatti con carte termiche i cui componenti reagiscono al calore generando problemi nelle fasi del riciclo.

ndr


Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •