Ologrammi al posto degli animali, rivoluzione al circo

Ologrammi al posto degli animali, rivoluzione al circo

11 junio, 2019 Off By Gazzettino Italiano Patagónico


Il futuro del circo è senza animali: ne sono convinti anche al Circo Roncalli dove gli animali in carne e ossa sono stati rimpiazzati da spettacolari ologrammi, per offrire agli spettatori un intrattenimento coinvolgente ed emozionante nel pieno rispetto degli animali.
Rispettare gli animali e divertire gli spettatori
Fondato a Vienna nel 1976, il Circo Roncalli è il primo nel suo genere a offrire questo tipo di spettacolo. Cavalli ed elefanti impalpabili sfiorano gli spettatori, dimostrando che non serve coinvolgere gli animali per creare emozioni. «Abbiamo deciso di rimpiazzare gli animali per il loro benessere» ha spiegato Markus Strobl, media director del Circo Roncalli. Una scelta che si è rivelata strategica, dal momento che il circo potrà esibirsi anche in piazze dei centri cittadini, luoghi sprovvisti di spazi adeguati per ospitare i veri animali.
In Austria nessun divieto
Il circo austriaco ha investito nel progetto 500mila Euro, nonostante in Austria – proprio come in Italia – la regolamentazione non vieti l’uso di animali sotto il tendone. La legge delega del 2017 – che avrebbe dovuto vietare l’uso di animali per gli spettacoli, come avviene già in altri Stati europei – è rimasta ferma al palo e sono decaduti i termini per la conversione. L’iter per chiudere l’epoca degli spettacoli con animali, dunque, dovrà ripartire da zero.
ndr