In Russia è stato tagliato e censurato il film sulla vita di Elton John

In Russia è stato tagliato e censurato il film sulla vita di Elton John

5 junio, 2019 Off By Gazzettino Italiano Patagónico
Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


  • La pellicola Rocketman è stata distribuita cancellando scene di sesso e baci gay, oltre che quelle sulla droga
  • Ancora una volta la legge contro la “propaganda omosessuale” ha colpito

Gli spettatori e i fan russi di  Elton John dovranno assistere a una versione tagliata, censurata e ridotta del film  Rocketman, la pellicola che ripercorre la vita del famosissimo cantante inglese che ha unito, attraverso le sue parole e la sua musica, diverse generazioni in tutto il mondo. In  Russia, però, il tutto sarà ‘pulito’ delle  scene in cui sono presenti  baci e  sesso tra omosessuali e altre in cui si fa esplicito riferimento alla droga. La censura in Russia, quindi, colpisce ancora. Nel mirino anche una delle pellicole più attese dell’anno, quel film che che racconta la vita di Elton John. Molte scene sono state tagliare e l’impianto stesso è stato radicalmente modificato dalla società distributrice  per non violare la famigerata legge che proibisce la ‘propaganda omosessuale’. Le scene di sesso, quelle in cui si fa riferimento all’uso di sostanze stupefacenti, fino ad arrivare ai i baci gay. Tutto ciò non sarà visibile sugli schermi cinematografici russi. La pellicola, a furia di taglia, durerà ben cinque minuti in meno rispetto a quella distribuita nel resto del mondo.
Rocketman, il film su Elton John, censurato in Russia
Inoltre, in Russia sarà  vietata la visione di Rocketman ai  minori di 18 anni, perché l’azienda che lo distribuirà nelle sale cinematografiche russe teme di andare incontro alla violazione della cosiddetta ‘legge anti-gay’ che punisce la promozione tra i minori delle  ‘relazioni non tradizionali’ impedendo di fatto ogni manifestazione pubblica in difesa dei diritti degli omosessuali. Una legge che aveva fatto già discutere in passato, con tanto di bocciatura da parte della Corte europea dei diritti dell’Uomo che l’aveva etichettata come discriminatoria. L’atteggiamento russo nei confronti dell’omosessualità era stato criticato in passato anche dallo stesso Elton John, che in passato ha anche denunciato la frequente equiparazione tra i gay e la  pedofilia in Russia.
Il taglio anche nelle didascalie finali
Di Rocketman non sono stati neanche risparmiati i momenti finali prima dei titoli di coda. Nella versione originale distribuita nel resto del mondo, compare una  didascalia in cui si spiega che  Elton John vive con suo marito e ha due figli, con sullo sfondo una foto della coppia sorridente. In Russia, invece, quella foto non compare e la didascalia non parla della storia d’amore, ma annuncia che la popstar ha creato una fondazione per la lotta contro l’Aids e continua a lavorare col suo partner musicale. Niente riferimenti ai matrimoni gay.
Enzo Boldi


Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •