Gazzettino Italiano Patagónico

Il ministro Bonafede non esclude un’indagine più ampia sul caso Palamara

 
Il Plenum di ieri pomeriggio del Consiglio superiore  della magistratura (Csm) riunito sul caso dell’ex presidente dell’Associazione magistrati, Luca Palamara, accusato di corruzione dalla Procura di Perugia, ha ammesso “Quanto è emerso è indicativo di comportamenti da cui intendiamo prendere le distanze. È il tragico epilogo di un processo di degenerazione della rappresentanza della magistratura”. A dirlo sono i vertici del Consiglio che ha paragonato, come accaduto nell’intervento del leader di magistratura democratica, Giuseppe Cascini che ha paragonato i fatti accaduti allo scandalo della loggia massonica della P2 ai primi degli anni Ottanta. Un riferimento quest’ultimo non casuale e non lontano da derive contemporanee anche in diverse procure come si sussurra in alcuni ambienti circa aggiustamenti di processi e connivenze con studi legali. Gli atti processuali dei magistrati di Perugia sono stati trasmessi anche al ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede che aveva già inviato i suoi ispettori già a fine maggio nella piccola Procura umbra ma ora l’intervento richiede un’indagine ad ampio raggio. 
Pietro Valsecchi

Te esperamos en Buenos aires Sur 750, Plottier, Neuquén

📍Buenos Aires 326- Neuquén 📍Alem 853 – Cipolletti 🕢 Horario de atención en Cipo: Lunes a Viernes de 10 a 13 y de 16:30 hasta que no haya más pan! 🕢Horario de atención en Neuquén: Lunes a Viernes de 10 a 14 y de 16 hasta que no haya más pan! Sábados de 10 a 13 únicamente (en los dos locales)

Clases de Italiano con Nino Amato

Junto al Gazzettino GDS radio

Radio En vivo

Seguí al Gazzettino

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
RSS
WhatsApp
A %d blogueros les gusta esto: