Gli insetti valgono 15 miliardi ma nessuno li protegge

Gli insetti valgono 15 miliardi ma nessuno li protegge

5 junio, 2019 Off By Gazzettino Italiano Patagónico
Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Secondo la Commissione Europea, l’impollinazione a opera degli insetti vale ogni anno 15 miliardi di Euro. Eppure oggi queste piccole ma preziosissime specie, insieme a tanti altri animali selvatici, sono in pericolo.
Il ruolo cruciale di insetti e farfalle
In Europa, l’84% delle specie coltivate e il 78% delle specie di fiori selvatici dipendono, almeno in parte, dall’impollinazione animale. È grazie alle api e alle farfalle se sulle nostre tavole è presente una grande varietà di cibi, dalle mandorle alle zucchine e ai pomodori.Oltre alla loro importanza economica, gli insetti impollinatori sono sentinella di un ecosistema sano. «Ci troviamo a dover affrontare una serie di sfide ambientali in costante aumento – spiega dichiara Antonio Nicoletti, responsabile aree protette Legambiente –. Ma, soprattutto, siamo ancora lontani dal centrare l’obiettivo principale promosso dell’Unione Europea e che è quello di porre fine alla perdita di biodiversità e al degrado dei servizi ecosistemici nell’Unione entro il 2020».
Italia scrigno di biodiversità
Un ruolo centrale nella tutela della biodiversità lo gioca l’Italia. Il nostro, infatti, non è solo il Paese europeo più ricco di biodiversità, ma è anche quello che vanta un gran numero di farfalle. Sulla Penisola se ne contano 289 specie differenti: in particolare la Sardegna e l’Arcipelago toscano ospitano numerose specie endemiche. Dal 2000 a oggi, tuttavia, la popolazione di lepidotteri è in costante calo: secondo l’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura, 18 specie – pari al 6.3% delle specie valutate – sono minacciate di estinzione e per 2 specie i dati disponibili non sono sufficienti a valutare il rischio di estinzione. Le specie considerate come quasi minacciate rappresentano un ulteriore 5,6% dei ropaloceri italiani.  A questo si aggiunge anche il fenomeno del bracconaggio, come dimostrano gli ultimi fatti cronaca registrati al Santuario delle farfalle sull’isola d’Elba. Secondo la denuncia di Legambiente, qui sarebbero sparite le foglie nutrici e sono state vendute on line coppie di Zerynthia cassandra, lepidottero endemico di un’area dell’Elba.
Marta Frigerio


Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •