Count-down per la lettera di risposta da Bruxelles per evitare la procedura d’infrazione

Count-down per la lettera di risposta da Bruxelles per evitare la procedura d’infrazione

5 junio, 2019 Off By Gazzettino Italiano Patagónico
Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


La lettera di risposta della Commissione Europea alla lettera inviata venerdì scorso dal ministro dell’Economia, Tria per evitare la procedura d’infrazione è attesa con malcelata trepidazione negli uffici della Presidenza del Consiglio. Di fatto, come trapela da Bruxelles la nota è già bella che pronta e non indica niente di buono per l’Italia. Le ipotesi che si possono avanzare è che la lettera di risposta punterà ancora il dito sul debito che è il secondo dell’Unione con un peso pari a 38mila e 400 euro per abitante più un costo annuo di circa 1000 euro a persona per finanziarlo; ed ancora la Commissione non sarebbe d’accordo sul Reddito di cittadinanza che non avrebbe avuto effetti positivi sul PIL e sulla Quota 100 che indebolirebbe la sostenibilità del bilancio nel lungo termine. Queste, secondo fonti vicine alla Commissione, la motivazioni più evidenti che tuttavia non impediscono che una volta arrivata la nota ufficiale non si tenti una negoziazione anche quando saranno riuniti a Bruxelles i ministri delle Finanze.
Nicola Percuoco


Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •