Frutta secca, caprino e vin brulé

Frutta secca, caprino e vin brulé

3 junio, 2019 Off By Gazzettino Italiano Patagónico
Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Ingredienti:
– Per il biscotto ai pinoli: 350 g di Gentilini, 120 g di pinoli tostati, 200 g di burro fuso, 2 g di macis (fiore della noce moscata)
– Per il composto al caprino: 350 g di caprino fresco, 200 g di Philadelphia, 250 g di panna, 75 g di zucchero a velo, 25 g di miele d’acacia, 10 g di colla di pesce
– Per il ridotto al vin brulé: 1 l di Merlot, 150 g di zucchero semolato, 50 g di glucosio, 10 g di pectina, 1 arancia, 1 limone, 1 bacca di vaniglia, 8 chiodi di garofano, 1 stecca di cannella
– Per la frutta secca: 30 g di albicocca, 30 g di datteri, 30 g di prugne, 30 g di kiwi, 20 g di zenzero, 30 g di papaia, 30 g di ananas, 30 g di mela, 10 g di farina di nocciole, 20 g di anacardi, 20 noci macadamia, 20 g di noci, 30 g di pistacchi, 15 g di cocco rapè tostato
– Per guarnire: gelatina neutra

Procedimento:
– Per il biscotto ai pinoli: tostare i pinoli e lasciar raffreddare. A parte sciogliere il burro e frullarlo insieme ai Gentilini, una parte dei pinoli e polvere di macis. Unire i pinoli interi e stendere il composto in una teglia coprendo l’intero fondo in modo uniforme, far solidificare in frigo e unire il composto al caprino. 
– Per il composto al caprino: semimontare la panna con lo zucchero a velo. A parte, frullare al bimby per pochi istanti il caprino con Philadelphia e miele. Ammorbidire la colla di pesce in acqua fredda e scioglierla in un pentolino con 20 ml di panna liquida. Dopodiché unire al composto di caprino la panna semimontata mescolando delicatamente dal basso verso l’alto. Aggiungere la colla di pesce e versare il composto all’interno di una teglia a bordi alti, dove precedentemente è stato adagiato il biscotto ai pinoli, spatolando la superficie in modo da renderla liscia e uniforme. Congelare il tutto.
– Per il ridotto al vin brulé: unire lo zucchero semolato alla pectina, dopodiché aggiungere tutti gli altri ingredienti con la zeste di arancia e limone e far ridurre sul fuoco fino a ottenere una salsa densa e compatta. Passare al colino fine e conservare in frigo.
– Finitura: sformare la torta di caprino ancora congelata, tagliarla in quadrati di circa 8 cm per lato e lasciarla scongelare. Lucidare con la gelatina neutra e coprire la superficie di ogni quadrato con la frutta secca tagliata e lucidata sempre con la gelatina neutra. Adagiare il dolce al centro del piatto e guarnire con il ridotto al vin brulé. Concludere con una spolverata di cocco rapè.

Chef Francesco Apreda


Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •