Ultimo avvistamento del My Song, lo yacht di Loro Piana semi-affondato nel Golfo del Leone

Ultimo avvistamento del My Song, lo yacht di Loro Piana semi-affondato nel Golfo del Leone

2 junio, 2019 Off By Gazzettino Italiano Patagónico

 My Song, sailing yacht di 40 metri di Pierluigi Loro Piana, stava rientrando nel Mediterraneo dopo la stagione invernale ai Caraibi quando, sabato scorso durante la notte, il cargo che lo trasportava è stato coinvolto in una tempesta nel Golfo del Leone. Gli ultimi aggiornamenti in un comunicato della Peters &May, l’azienda di logistica che ha curato il trasporto dell’imbarcazione, e che si è mantenuto il contatto visivo con My Song fino a quando la ricerca aerea e marittima è stata avviata dalle ore 9 del 28 maggio 2019 ed i tentativi di salvataggio risultano ancora in corso. Per garantire la sicurezza dei restanti yacht, Peters & May ha incaricato il cargo Brattingsborg su cui viaggiava il mega-yacht, di continuare la rotta programmata per Genova. Nel comunicato si legge che nessuna altra imbarcazione è stata colpita da questo incidente e che è stata avviata un’indagine completa sulle cause dell’incidente. Nella nota fornita da Peter&May si legge anche: “la valutazione principale è che l’invaso dello yacht (di proprietà e fornito dallo yacht, garantita dallo yacht per il trasporto marittimo e assemblato dall’equipaggio dello yacht) sia crollato durante il viaggio da Palma a Genova e successivamente ha causato la perdita di My Song in mare”. Il valore di questo Baltic Custom 130 , costruito nel 2016, si aggira intorno ai 30 milioni di euro. 
My Song dopo lo scalo di Genova a bordo del cargo, avrebbe dovuto dirigere la prua verso la Sardegna e tornare alla sua base dello Yacht Club Costa Smeralda, a Porto Cervo. Loro Piana, infatti, è il main sponsor della “Loro Piana Superyacht Regatta”, che si aprirà lunedì 3 giugno, e che ogni anno sancisce l’apertura della stagione estiva e mondana del prestigioso Yacht Club Costa Smeralda, di cui Pigi Loro Piana è socio.Il cargo panamense era partito da St. Johns (Antigua Barbuda) lo scorso 7 maggio. Sabato la nave aveva fatto scalo al porto di Palma di Maiorca, da dove era ripartita con una burrasca in corso da Nord Ovest, forza 8, per approdare a Genova. Qualcosa, invece, è andato storto e la nave ha perso il carico, forse per un mix di elementi, come il forte mare e il cedimento di un cavo. Lo scorso autunno My Song era arrivata ai Caraibi compiendo la traversata, mentre per il ritorno l’armatore, uno dei re del cachemire italiano, ha optato per un trasferimento in nave, per fare arrivare senza problemi il suo veliero in Sardegna per l’inizio delle regate in Costa Smeralda che ora sembrano irrimediabilmente compromesse. 
Pietro Valsecchi