Silvio Berlusconi rilancia l’idea di Mario Draghi Premier di un governo futuro

Silvio Berlusconi rilancia l’idea di Mario Draghi Premier di un governo futuro

19 mayo, 2019 Off By Gazzettino Italiano Patagónico

  • Esclude la possibilità di un governo tecnico in caso di scioglimento della maggioranza M5S-Lega
  • Definisce Matteo Salvini un uomo che finge di esser forte, senza esserlo affatto

La campagna elettorale per le elezioni europee sta arrivando agli sgoccioli e questa sarà l’ultima settimana in cui tutti i partiti lanceranno le ultime provocazione. Come appare evidente, in questi mesi le idee circolate sono state davvero poche e l’obiettivo principale di tutti gli attori politici è stato quello di ‘demolire’ il proprio avversario politico attraverso illazioni, accuse e denunce di vario tipo. Al questo show pubblico si è unito anche Silvio Berlusconi, tornato sulle scene dopo due settimane di sosta per un guaio di salute. Come al solito, ha definito Matteo Salvini un debole, il Movimento 5 Stelle incompetente e dice di aver chiaro un piano per il futuro dell’Italia, qualora si dovesse tornare alle urne. E il nome forte è quello di Mario Draghi premier. «Ho fatto nominare io Draghi al vertice della Bce contro il parere di Francia e Germania – ha detto Silvio Berlusconi nella sua intervista a Il Mattino -. Ho anche detto in passato, senza consultarlo, che Draghi sarebbe stato l’uomo giusto per un incarico di alta responsabilità in Italia. Lo ribadisco oggi e spero che possa succedere». Il tutto nell’auspicio, da parte del leader di Forza Italia, che questa maggioranza tra Lega e Movimento 5 Stelle arrivi al suo scioglimento per evidenti conflittualità e visioni differenti su molti temi: da quelli sociali a quelli economici, fino a quelli politici.

Mario Draghi premier per evitare un governo tecnico

Qualora cadesse questo governo, o questa maggioranza si sciogliesse dopo il voto del 26 maggio, non è detto che si proceda direttamente con il richiamo alle urne elettorali, ma Berlusconi è sicuro che non accadrà quanto già successo in passato: «Un governo tecnico – spiega il leader di Forza Italia – è fuori discussione, il prossimo governo dev’essere scelto dagli italiani. In ogni caso noi siamo pronti a votare anche domani mattina».

Salvini succube dei Cinque Stelle

E la critica, come accaduto già più volte di recente, è rivolta al leader del Carroccio che, secondo Silvio Berlusconi, ha dimostrato di non avere la spalle così larghe come invece fa credere. Il tutto, infatti, è testimoniato dalle recenti frizioni – per usare un eufemismo – sul caso Armando Siri e la ‘vittoria’ da parte del Movimento 5 Stelle: «Passa per l’uomo forte ma non lo è affatto – ha sentenziato il leader di Forza Italia -. Ha dimostrato di essere succube dei grillini con l’umiliazione di farsi cacciare dal governo un sottosegretario per un semplice avviso di garanzia».

Flavio Milani