Viaggio tra i Giganti della West Coast

Viaggio tra i Giganti della West Coast

5 mayo, 2019 Off By Gazzettino Italiano Patagónico

Quali sono gli alberi più alti del Pianeta? Nel Redwoods National Park, in California, si trovano gli alberi più alti della Terra; alberi altissimi, alberi multicentenari e non solo. Come molti sapranno, gli alberi più longevi e più grandi sono le grandi sequoie del Sequoia National Park e dell’adiacente Kings National Park, entrambi in California . Questi tre parchi conquistano da soli tutti i record in termini di misurazioni superlative nel campo delle varietà arboree. Pochi, invece, sanno che la più vasta Foresta Pluviale Temperata del Pianeta si trova in British Columbia, precisamente in una striscia di territorio di circa 1300 km di lunghezza, che si estende a Nord dalle Queen Charlottes Island, al confine con l’Alaska, fino a lambire a Sud il tratto costiero della Sunshine Coast, vicino a Vancouver, includendo in questo territorio tutta l’Isola di Vancouver, lunga 500 km. La foresta pluviale temperata costiera della British Columbia ospita anch’essa alcuni degli alberi più grandi al mondo, tra cui vari tipi di conifere e abeti, come il Red Cedar (cedro rosso, il Douglas Fir (abete di Douglas) e il Sitka Spruce (peccio di Sitka), oltre all’imponente West Hemlock (tsuga occidentale). Ma sopratutto ciò che rende unica questa foresta è la sua parte costiera, denominata Great Bear Rainforest, da pochi anni posta a Riserva dal Governo centrale grazie agli sforzi congiunti del WWF e delle associazioni ecologiste locali e delle popolazioni native locali (Nazioni). È in questa Riserva che si estende il prezioso e unico ecosistema pluviale temperato, un habitat intercollegato, con un ciclo di vita in perfetto equilibrio. Dal verde lussureggiante che tappezza letteralmente la base degli altissimi alberi delle foreste, ricoprendo come un guanto anche tutti i loro rami, all’odoroso salmone che attira sia i grizzly, sia l’orso nero e il lupo della foresta pluviale e tantissime specie di uccelli, tra cui la grande aquila dal collo bianco, richiamando visitatori da chilometri di distanza.

Tra i Parchi di British Columbia e California

Questi giganti e queste foreste di alberi pluricentenari sono i protagonisti e il comune denominatore del viaggio “Tour in America Ovest” che Le Reve House Adventure annovera tra le sue tante offerte per il Nord America: un tour con una visione, quella di fare idealmente volare tra le alte cime di questi maestosi e antichissimi alberi, parte integrante delle più grandi e vaste foreste che si estendono lungo la costa occidentale dell’America settentrionale. Il Tour America Ovest parte dal polmone centrale della bella città di Vancouver, lo Stanley Park, per poi spostarsi di pochi chilometri per visitare i centenari rappresentanti della foresta pluviale più antica ancora presenti in un Parco costiero, i massivi Red Cedar di oltre 800 anni del Light House Park a West Vancouver. Il viaggio, quindi, proseguirà attraversando con il traghetto lo Stretto di Georgia per giungere a Vancouver Island, dove dopo un’ora di auto in direzione Nordovest verso la costa, incontreremo i giganteschi Douglas Fir dell’antichissima Cathedral Grove, mentre una volta a Tofino, nel Pacific Rim, si potrà fare conoscenza con la millenaria foresta pluviale di Meares Island, un isolotto abitato ininterrottamente da migliaia di anni dai nativi locali. Qui si trovano le piante più antiche della regione, esemplari di West Hemlock e Red Cedar, vecchi di duemila anni. Il viaggio riprenderà verso il Nord dell’isola, con varie escursioni e safari di osservazione al Great Bear Rainforest, l’incontaminata Riserva costituita a Parco nel 2004, regno anch’essa di cedri millenari e di altissimi abeti di Douglas, oltre che della fauna più importante e numerosa del Nordamerica, tra cui il predatore terrestre più forte del pianeta, il grande orso bruno, il grizzly, oltre a tantissimi altri animali, tra cui altre varietà di orsi neri, uno dei quali presente solo in queste aree, il fantomatico orso Kermode o orso dello spirito – dal mantello crema a causa di una mutazione genetica, non è infatti un albino – oltre al lupo della foresta pluviale, dalle abitudini alimentari identiche a quelle dell’orso, con la differenza che dei salmoni il lupo, predilige le teste, mentre l’orso è ghiotto di uova.

Verso Oregon e California

L’ ideale tour sopra le cime arboree dei giganti dell’Ovest continuerà, poi più a Sud, negli Stati Uniti; passate alcune tappe nello stato di Washington, proseguirà in Oregon per ammirare gli enormi abeti rossi, i Red Woods dell’Ecola State Park. Avrete subito un impatto forte incontrando il Red Woods più alto del mondo, nella Rogue River National Forest, e i torreggianti abeti di Douglas della Tillamouk State Forest e della Siuslaw National Forest, sempre in Oregon. Quindi passerete in California, dove si farà ancora più forte la presenza delle grandi “torri rosse”; approccerete infatti il Red Wood National Park, una foresta fitta degli immensi giganti arborei. Il National Geographic ha scritto negli anni scorsi una pagina memorabile della documentaristica botanica realizzando qui uno dei servizi più interessanti degli ultimi anni, con i botanici arrampicatori saliti per 130 m. su per uno di questi grattacieli verdi, dalla cui cima dominavano con lo sguardo l’intera costiera californiana. E qui che s’incontrano gli esemplari di Red Woods più longevi, di oltre 1.500 anni. Superata, quindi, la California centrale, si giungerà al Parco delle magnifiche sequoie. Queste due specie, i Red Woods e le sequoie, sono tra le piante più alte del Pianeta e si trovano solamente qui, nei Parchi del Nordovest. In particolare, le famose “Generale Sherman” e “Generale Grant”, due gigantesche sequoie, veri patriarchi della specie, presenti nei Sequoia e King Canyon National Parks, più a Sud, che datano rispettivamente 2.300 e 2.700 anni. La fauna che popola l’area della West Coast è straordinaria: grizzly e altri orsi neri di varia specie, poi le alci palmate giganti, i cervi toro dalla coda nera, i lupi grigi. In mare, la grande, anzi, grandissima fauna non è da meno dei giganti arborei. Infatti, potrete vedere in varie escursioni sia le balene grigie, quelle gigantesche azzurre e quelle dalla gobba, le misteriose orche, mammifero marino tra i più misteriosi e affascinanti di questa costa, con abitudini sociali e alimentari molto complesse. Durante la prima parte dell’itinerario si effettuerà un’escursione quotata tra le più belle al mondo dalle migliori associazioni ecologiste internazionali, come il WWF, per osservare questo splendido mammifero marino. Possiamo quindi dire che, se è vero che il nostro scopo primario è quello di farvi avvicinare le creature più imponenti e longeve del nostro Pianeta, presenti in questa parte di America, in ambedue le aree del Canada occidentale e degli Stati Uniti si fa anche la conoscenza ravvicinata di tanti altri splendidi esseri viventi, certo meno giganteschi – a parte le immense balene azzurre – ma ugualmente e sorprendentemente magnifici. Altri bellissimi animali presenti in questo territorio, ma che difficilmente (e meno male) incontrerete, sono le linci e i leoni di montagna, oltre ai coyote tra i mammiferi e diverse specie di rettili, di anfibi e di uccelli. Una grande varietà animale con un vastissimo e incontaminato habitat in un vasto territorio. Le attività outdoor che potrete inoltre praticare durante il Tour America Ovest sono innumerevoli: tra le tante, oltre naturalmente al trekking, la canoa, il rafting, la mountain bike, ma anche le cavalcate e tante ma tantissime escursioni di osservazione della bellissima fauna locale.

Marta Frigerio