Scoperta nei pressi di Assuan (Egitto), una stanza funeraria con 30 mummie in ottimo stato di conservazione

Scoperta nei pressi di Assuan (Egitto), una stanza funeraria con 30 mummie in ottimo stato di conservazione

24 abril, 2019 Off By Gazzettino Italiano Patagónico

Scoperta nell’area, situata sulla riva occidentale di Assuan, una tomba di famiglia del periodo che va dal tardo-faraonico al periodo romano (VI secolo a.C.-IV secolo d.C.) e riporta il nome, su di un geroglifico, del suo proprietario “Tjt”. E’ proprio quell’iscrizione, come spiega Patrizia Piacentini dell’Università degli Studi di Milano che ha coordinato lo scavo insieme al Ministero delle Antichità egiziano, ad aver chiarito che si trattava di una stanza funeraria appartenuta ad un capo-carovaniere. Il team, guidato da Patrizia Piacentini, docente di Culture del Vicino Oriente Antico, del Medio Oriente e dell’Africa dell’Università di Milano e da Abdelmanaem Said, ha mappato circa 300 tombe databili al periodo tra il VI secolo a.C. e il IV secolo d.C.. In una delle due stanze funerarie sono state trovate 30 mummie in buono stato di conservazione, e tra queste alcuni bambini posti in una lunga nicchia laterale. A corredo erano presenti anche vasi contenenti il materiale per la mummificazione. Nella seconda stanza invece sono state trovate altre mummie e, tra queste, due erano tra loro sovrapposte lasciando pensare ad una madre con suo figlio. 

Mario Cantalamessa