Crostata di mele

Crostata di mele

24 abril, 2019 Off By Gazzettino Italiano Patagónico

Ingredienti per la pasta brisée
200 g farina
80 g olio extravergine d’oliva
70 g acqua fredda
sale

Per il ripieno
4 mele renette
50 gr uvetta
1 stecca di cannella
100 g di zucchero di canna
20 ml rum
10 g di amido di mais
biscotti o pan di spagna sbriciolati ( io ho utilizzato avanzi del pandoro)
olio EVO

Procedimento:
Pulite e mondate le mele e tagliatele in pezzi grossolani, versatele in una capiente terrina ed unite l’uvetta fatta rinvenire per qualche minuto in acqua calda, la stecca di cannella e il Rum. Coprite con pellicola alimentare e lasciate macerare per 1 ora, mescolando di tanto in tanto.
Preparate la pasta brisée: versate farina, olio e un pizzico di sale in un mixer e frullate per qualche minuto fino a formare un impasto sabbioso. Aggiungete l’acqua fredda, frullate ancora qualche minuto ad alta velocità ed otterrete il vostro panetto di pasta brisée.
Versatelo su un piano di lavoro freddo e lavoratelo il tempo necessario a formare una panetto liscio ed omogeneo. Fate riposare in frigorifero almeno 30 minuti.
Riprendete le mele macerate e versatele in una padella antiaderente, unite lo zucchero ed un filo di olio extravergine, fate andare a fuoco medio. Aggiungete l’amido di mais e cuocete per ulteriori due minuti. Lasciate raffreddare.
Rivestite uno stampo di 20 cm con carta forno e adagiatevi il disco di pasta brisée precedentemente steso, sbriciolate sul fondo pezzi di pan di spagna e versate sopra il composto di mele. Ricoprite con il secondo disco di brisée.
Sigillate bene i bordi della crostata di mele, spennellate la superficie con un uovo leggermente sbattuto e cospargete di zucchero semolato. Potete decorare la crostata di mele a seconda dei gusti personali, in questo caso ho decorato i bordi della torta con foglie ricavate dagli avanzi della pasta brisée.
Incidete la crostata di mele al centro ed infornate a 180°C per circa 45 minuti.
Fate raffreddare completamente la crostata di mele e servite in tavola.

Rosa Cinque