CdM: approvati i rimborsi ai risparmiatori ma non passa il provvedimento “Salva Roma”

CdM: approvati i rimborsi ai risparmiatori ma non passa il provvedimento “Salva Roma”

24 abril, 2019 Off By Gazzettino Italiano Patagónico

Il Consiglio dei Ministri che doveva approvare il decreto “crescita” è iniziato poco dopo le 19 di ieri sera ed ha visto spegnere le luci di Palazzo Chigi solo intorno alle 24. Una riunione difficile (ha visto arrivare solo in tarda serata il vice-premier Luigi Di Maio) e che si può riassumere con la notizia che Salvini è riuscito ad ottenere lo stralcio di gran parte del provvedimento “salva-Roma” che era all’ordine del giorno, ma ovviamente il M5S ha già promesso di difenderlo in sede di conversione del decreto in Parlamento. Tra queste schermaglie all’interno della maggioranza c’è anche il caso del Sottosegretario Siri (Lega) sul cui capo penderebbe l’accusa di aver favorito, anche se indirettamente, una attività legata ad interessi mafiosi. Approvata, la norma sui rimborsi ai risparmiatori truffati delle banche. E il tetto dell’indennizzo diretto aumenta da 100mila a 200mila. Soddisfatto il premier Conte: “Abbiamo definitivamente approvato il decreto-legge ‘Crescita’, con il quale diamo un forte impulso alla ripresa economica del Paese con misure concrete a sostegno delle imprese e degli investimenti” afferma il premier. Conte, crescita non prescinde da attenzione a cittadini “Non dimentichiamo che la crescita non può prescindere dall’attenzione alla persona e dalla fiducia che i cittadini nutrono nel sistema Paese. È per questo che il decreto-legge include una norma che estende e rafforza gli incentivi per il rientro dei “cervelli” dall’estero: vogliamo che i nostri giovani abbiano la possibilità di costruirsi un futuro in Italia e contribuire così alla crescita del Paese. Per la stessa ragione il Governo ha incluso nel decreto la norma che permetterà il rimborso dei risparmiatori danneggiati dalle crisi bancarie”, afferma sempre nel post Conte. “Andiamo avanti, con determinazione e fiducia, sulla strada della crescita e dello sviluppo sociale”, sottolinea. In dl crescita definizione ingresso Mef in Alitalia Nel decreto crescita approvato questa notte in Cdm sono state inserite norme che “definiscono le modalità di ingresso del Ministero dell’economia e delle finanze nel capitale sociale della newco “Nuova Alitalia”. È quanto si legge in una nota della presidenza del Consiglio. 

Pietro Valsecchi