Bradley Welsh, il boss criminale di “T2 Trainspotting”, è morto

Bradley Welsh, il boss criminale di “T2 Trainspotting”, è morto

18 abril, 2019 Off By Gazzettino Italiano Patagónico

  • Bradley Welsh è stato trovato morto nella sua abitazione ad Edimburgo
  • L’ex campione di pesi leggeri è stato ucciso dai dei colpi di pistola, fatale quello alla testa
  • Welsh aveva recitato in «T2 Trainspotting» nel ruolo di Mr.Doyle

Il boxer e attore Bradley Welsh è stato trovato morto ieri sera in una strada residenziale di Edimburgo. La polizia ha confermato che sta trattando il caso come un omicidio.

Bradley Welsh è stato ucciso in una sparatoria avvenuta nella sua casa a Chester Street ad Edimburgo. I poliziotti sono giunti sul luogo dopo una telefonata che segnalava gli spari, ma era già troppo tardi per Bradley Welsh. L’uomo, che aveva solo 42 anni, aveva esordito come attore nel sequel cult “T2 Trainspotting” diretto da Danny Boyle, con Ewan McGregor, Ewen Bremner, Jonny Lee Miller e Robert Carlyle. Bradley Welsh. Nel film il pugile scozzese interpretava in ruolo del boss criminale Mr.Doyle. Era anche apparso in una puntata di Deadliest Men di Danny Dyer , ed era un famoso Hooligan. Viene ricordato con affetto per il suo lavoro di beneficenza: dopo aver combattuto come boxer professionista aveva aperto una sua palestra ad Edimburgo dove accoglieva ragazzi per allontanarli dalla criminalità di strada.

Il cordoglio di Irvine Welsh: «il mio cuore è spezzato, addio e grazie amico mio»

Tra i primi ad esprimere il dolore per la sua morte è proprio Irvine Welsh, autore di trainspotting. I due, che pur avendo lo stesso cognome non sono imparentati, erano molto amici da tanti anni. «Il mio cuore è spezzato, addio, mio meraviglioso e bellissimo amico – scrive Welsh su Twitter – , grazie per avermi reso una persona migliore e per aiutarmi a vedere il mondo in un modo più gentile e saggio».

Gaia Mellone