Donald Trump ha licenziato il ministro dell’Interno Kirstjen Nielsen

Donald Trump ha licenziato il ministro dell’Interno Kirstjen Nielsen

9 abril, 2019 Off By Gazzettino Italiano Patagónico

 

  • Il licenziamento annunciato via twitter dal presidente Usa del ministro dell’Interno Kirstjen Nielsen
  • La decisione è stata interpretata come un segno di insofferenza di Trump sul rallentamento delle politiche sull’immigrazione
  • La replica Dem: «Ha completamente perso il contatto con il popolo americano»

Con un post su Twitter Donald Trump ha annunciato il licenziamento del ministro dell’Interno: «Il segretario dell’Homeland Security, Kirstjen Nielsen sta per dimettersi e vorrei ringraziarla per il suo lavoro», ha twittato il presidente, chiarendo che l’incarico passerà nelle mani di Kevin McAleenan.

«Ho fiducia che Kevin farà un gran lavoro», ha aggiunto sempre su Twitter Donald Trump. La scelta di rimpiazzare il ministro dell’Interno Kirstjen Nielsen arriva dopo la visita di venerdì 5 aprile al confine con il Messico, dove Trump ha ribadito la necessità e l’urgenza della costruzione del muro. Si tratta di uno dei punti fondanti della sua campagna elettorale, ma che viene costantemente ostacolata dal congresso e dall’opposizione . In questo scenario, il licenziamento di Kirstjen Nielsen sembra essere un chiaro segnale di insofferenza del Presidente, che infatti ha nominato al suo posto l’attuale commissario per la difesa delle dogane e del confine Kevin McAleenan.

La replica dell’opposizione Dem : «Ha completamente perso il contatto con il popolo americano»

L’opposizione ha infatti definito il licenziamento come l’ultimo step di una escalation sempre crescente della politica anti-immigrazione di Donald Trump. «Anche le voci più radicali dell’amministrazione non sono più abbastanza radicali per il presidente Trump» ha dichiarato Chuck Schumer, capogruppo Dem al Senato, aggiungendo che « è chiaro che ha completamente perso il contatto con il popolo americano».

Gaia Mellone