Matteo Salvini come Battisti (Lucio). Di Maio invece e’ Mogol

Matteo Salvini come Battisti (Lucio). Di Maio invece e’ Mogol

27 marzo, 2019 Off By Gazzettino Italiano Patagónico

  • Durante il Maurizio Costanzo Show, Matteo Salvini ha paragonato lui e Di Maio a due mostri sacri della musica
  • Si tratta di Lucio Battisti e Giulio Repetti, in arte Mogol
  • “Si vince e si perde insieme”, ha detto il ministro dell’Interno facendo riferimento al successo del duo

Non sarà un’avventura. Forse Matteo Salvini stava pensando proprio a questo verso della famosa canzone di Lucio Battisti quando, durante la sua ospitata al Maurizio Costanzo Show (durante le registrazioni della trasmissione), si è paragonato al famosissimo cantante di Poggio Bustone. E a chi poteva assomigliare il suo alleato e socio di governo Luigi Di Maio? Ovviamente a Mogol. «Con Di Maio ci messaggiamo quasi tutti i giorni e parliamo di lavoro. Quello che stiamo facendo, lo stiamo facendo insieme: onore e oneri. Senza fare paragoni blasfemi, qui c’è Mogol – ha proseguito il ministro Matteo Salvini indicando Giulio Rapetti, presente sul palco -. Battisti e Mogol erano due grandi che andavano in coppia, noi due siamo piccoli ma abbiamo responsabilità comuni». Nessun riferimento all’esame canoro, di cui il leader della Lega ci ha già dato testimonianza sia dallo stesso palco del Maurizio Costanzo Show (con qualche nota di Alba Chiara di Vasco Rossi) sia nel suo incontro con Al Bano Carrisi. Ancora tu, ma non dovevamo vederci più? Il paragone, al netto dell’assist per la presenza in studio di Mogol, sembra comunque essere poco calzante, se non per l’inizio di questa avventura di governo. Dopo le elezioni del 4 marzo 2018 sembra impossibile creare una maggioranza Lega-M5S, soprattutto per i trascorsi e le polemiche (con tanto di gravi accuse) mosse da alcuni rappresentati (di grido) pentastellati nei confronti dello stesso Matteo Salvini. Poi, però, l’idea del potere ha fatto gettare le armi sotto terra e si è andati avanti fino alla creazione di questo esecutivo.

La ‘Confusione’ tra ‘Pensieri e Parole‘

«A te che sei il mio presente, a te la mia mente». Ma anche questo verso de La luce dell’est sembra addirsi a questa esperienza di governo. Nonostante le liti continue, infatti, Matteo Salvini e Luigi Di Maio continuano a dichiarare di viaggiare (Sì, viaggiare) mossi dalla stessa passione e stesso sentimento. Nonostante la Confusione che, spesso e volentieri, sono proprio loro due a creare, tra Pensieri e Parole.

Enzo Boldi