L’idea di Marotta di un clamoroso scambio con la Juventus: Icardi in bianconero e Dybala in nerazzurro

L’idea di Marotta di un clamoroso scambio con la Juventus: Icardi in bianconero e Dybala in nerazzurro

19 marzo, 2019 Off By Gazzettino Italiano Patagónico

Il tecnico nerazzurro, dopo la vittoria dell’Inter sul Milan nel derby di domenica sera, non ha risparmiato complimenti nei confronti dell’ex Racing Avellaneda. Convitato di pietra – e non potrebbe essere altrimenti – Mauro Icardi, sempre più distante dal club di Corso Vittorio Emanuele nonostante le rassicurazioni di prammatica della moglie-procuratrice Wanda Nara: “Siamo vicini alla pace con l’Inter”. Proprio per questo, l’ad nerazzurro Beppe Marotta starebbe lavorando alla cessione dell’ormai ex capitano nerazzurro nel quadro di un clamoroso scambio con la Juventus. Ai bianconeri Icardi piace e non è un mistero, vedi le recenti dichiarazioni del ds Paratici. Al tempo spesso, lo spogliatoio della Vecchia Signora è disturbato dal momento no di Paulo Dybala, protagonista di una stagione in chiaroscuro complice l’arrivo a Torino di Cristiano Ronaldo e un rapporto sempre più difficile con il tecnico Massimiliano Allegri. Se 2+2 fa 4, ecco la pazza idea di Marotta: intavolare con la Juve uno scambio destinato a far discutere: Icardi in bianconero e Dybala in nerazzurro. Un andirivieni tutto in salsa argentina che converrebbe alle due parti in causa sotto ogni punto di vista: economico-finanziario, ambientale e tecnico-tattico. Icardi è un separato in casa e i tifosi dell’Inter non lo sopportano più. Dybala non è più il talento che faceva impazzire di “joya” gli juventini, ora che la scesa è stata monopolizzata da Cr7. Icardi è stato acquistato nel 2013 dalla Sampdoria per una cifra intorno ai 13 milioni di euro, mentre il suo connazionale si è trasferito nel 2015 dal Palermo alla Juventus per un affare da circa 40 milioni. Come ben spiegato qualche tempo fa dal portale Calcio&Finanza, l’impatto economico sui conti delle due società derivante dal possibile scambio Icardi-Dybala sarebbe molto positivo. Infatti la cessione di Maurito genererebbe per l’Inter una plusvalenza di 97,5 milioni di euro contro gli 83,3 di quella di Dybala per la Juve. Al netto di questi rumors, la cosa certa è che il centravanti titolare dell’Inter della stagione 2019/2020 sarà Lautaro Martinez. Da solo o in coppia con qualcuno? A prescindere dalla conferma o meno di Luciano Spalletti sulla panchina nerazzurra, al momento l’intenzione di Marotta è di acquistare un altro attaccante. Dybala, per mille motivi, sarebbe il primo della lista. Ma occhio anche a Edin Dzeko. Protagonista di una stagione così così con la maglia della Roma – appena 7 gol segnati in Serie A – il bosniaco ha il contratto in scadenza nel 2020. 33 anni compiuti il 17 marzo, Dzeko potrebbe decidere di lasciare i giallorossi dopo quattro stagioni. All’Inter piace e non poco, ma l’operazione potrebbe andare in porto solo se low-cost. Non sembra questa l’intenzione del presidente giallorosso Pallotta che per il suo centravanti non sembra voler scendere sotto i 30 milioni. Troppo per Marotta, a caccia di una punta capace di non far rimpiangere Icardi. Dybala è difficile, ma non impossibile.

Roberto Bordi