Salvini: «Non tornerò con Berlusconi, mai col vecchio centrodestra»

Salvini: «Non tornerò con Berlusconi, mai col vecchio centrodestra»

26 febrero, 2019 Off By Gazzettino Italiano Patagónico


  • Dopo il successo della sua coalizione alle Elezioni Regionali in Sardegna, Salvini non usa giri di parole per parlare delle alleanze future
  • «Io col vecchio centrodestra non tornerò mai, questo deve essere chiaro», ha detto il leader della Lega in un’intervista a Repubblica
  • «Governiamo insieme nelle regioni, nei comuni. Ma finisce lì», ha ripetuto

A 24 ore dal successo elettorale del centrodestra di Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e Udc alle Elezioni Regionali in Sardegna, Matteo Salvini, senza troppi giri di parole, fa sapere di non essere intenzionato per nulla a tornare a livello nazionale con Silvio Berlusconi, con lo schieramento che si è presentato unito alle Politiche di marzo 2018. In un’intervista rilasciata a Repubblica (di Carmelo Lopapa) commentando il voto favorevole del 24 febbraio e il tracollo del Movimento 5 Stelle il ministro dell’Interno ha affermato: «Io col vecchio centrodestra non tornerò mai, questo deve essere chiaro. Governiamo insieme nelle regioni, nei comuni. Ma finisce lì».

Un messaggio chiaro, quello del leader del Carroccio. Che non si vuol mostrare preoccupato della batosta subita dagli alleati grillini e per le ripercussioni sulla tenuta del governo. Per Salvini l’esito delle elezioni sarde non mette a rischio l’esecutivo Conte. «Oggi c’è da festeggiare una pagina nuova per l’isola. Tutte le altre sono dotte analisi di politologi. È stato un voto locale, che non incide affatto sulle scelte nazionali. Io non mi senti più forte e Luigi non deve sentirsi più debole», ha detto a Repubblica. Sull’intesa con il M5S, poi: «Con Luigi ci siamo sentiti. Ci vedremo nelle prossime ore. Non ha bisogno del mio conforto. Va tutto bene, andremo avanti». Anche dopo le Elezioni Europee del 26 maggio, dice Salvini: «Io ho dato la mia parola e la mia parola vale cinque anni, non cinque mesi».

Il leader della Lega dice che l’alleanza con il centrodestra di Berlusconi e Giorgia Meloni che consente di vincere una regione dietro l’altra «a livello locale funziona». Ma a livello nazionale, aggiunge il vicepremier, «giochiamo con altri schemi». «Abbiamo un’altra alleanza di governo e intendiamo rispettare l’impegno preso coi cittadini». Salvini nell’intervista a Repubblica, infine, ha blindato il ministro dell’Economia Giovanni Tria, in queste ore sotto attacco del M5S per la Tav. «Io mi fido sempre di Tria», ha affermato il ministro.

Mario Treccani